Ecco i luoghi in cui si potrà entrare solo con il green pass. A disposizione tamponi a prezzi più bassi

Regole Covid e Green Pass dal 6 agosto

[Torna su]

Da oggi 6 agosto arrivano le nuove regole che hanno l'obiettivo di contenere il diffondersi del contagio, soprattutto per quanto riguarda le attività al chiuso quindi: ristoranti, palestre, piscine, centri ricreativi. In particolare per il settore ristorazione è obbligatorio per qualsiasi esercizio per consumo al tavolo al chiuso, libera la consumazione al bancone, anche al chiuso, e il servizio ai tavoli all'aperto. Il green pass è obbligatorio per i clienti ma non per il personale. Restano i protocolli di sicurezza (mascherine, distanziamento, igienizzazione). Il green pass non è previsto all'interno di hotel, tuttavia serve per entrare nella sala ristorante al chiuso. Ancora dovrà essere esibito per spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportive, musei ed altri istituti e luoghi della cultura, mostre. Per il resto per palestre, piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all'interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso: all'aperto non c'è obbligo di certificazione. e ancora sagre e fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l'infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione. Infine concorsi pubblici, sale gioco, scommesse, bingo e casinò.

Green pass, il codice a portata di mano

[Torna su]

Il green pass si ottiene online, dal portale DGC del Governo (www.dgc.gov.it/web), con credenziali SPID o Tessera Sanitaria (con o senza authcode, che si richiede online in tempo reale), da Mobile, usando le App IO e Immuni, con spid e authcode, o altro codice analogo), di persona, in farmacia o dal medico (basta esibire la tessera sanitaria).

Vedi anche Green pass codice: ecco come ottenerlo

Il documento potrà essere esibito non solo in formato cartaceo ma anche soltanto in formato digitale, utilizzando lo smartphone o il tablet. Basterà mostrare il relativo QR Code, quindi salvarlo integralmente nel wallet o nella gallery. Ad ogni modo, bisogna seguire le istruzioni per salvare il QR Code indicate sul portale o sulla app. Più semplicemente basta avere a disposizione una copia della Certificazione Verde a scanso di equivoci ed un documento di identità valido nel caso venga richiesto al fine di controllare la corrispondenza dei dati anagrafe (vedi anche Green pass: controlli e sanzioni).

Tamponi: si dimezzano i prezzi

[Torna su]

Con l'entrata in vigore da oggi della normativa sul Green pass obbligatorio si dimezzano i prezzi dei tamponi. Perché chi non è vaccinato o non ha avuto il Covid, per ottenere la certificazione verde deve fare un tampone molecolare o antigenico rapido. Era stata una nota del governo, subito dopo la riunione del 22 luglio del Cdm, a far sapere che i prezzi dei tamponi sarebbero stati ridotti almeno fino al 30 settembre.

A tal proposito, più recenti le dichiarazioni del sottosegretario alla Salute Andrea Costa che ha chiarito: «Il commissario Figliuolo sta predisponendo un provvedimento, sul prezzo calmierato dei tamponi: si parla di un costo di 6-7 euro. Una misura che va parzialmente incontro alle esigenze - che dovrebbero riguardare i ragazzi over 12 che non hanno avuto ancora la possibilità di vaccinarsi. Un problema che mette in difficoltà le famiglie anche rispetto alle vacanze - ed ancora - C'è la disponibilità anche delle Regioni di contribuire per abbattere ulteriormente questi costi. Sul tema della gratuità del tampone - ha poi sottolineato - dobbiamo sicuramente fare una riflessione. Un primo passo, che si concretizzerà nei prossimi giorni, prima dell'entrata in vigore del Green pass, intanto è quello di avere un prezzo calmierato che permetta a operatori e cittadini di poter accedere al servizio con costi limitati».


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: