Lo stalking di gruppo, gang stalking o group stalking è un insieme di attività persecutorie in cui le persone colpite vengono molestate da un certo numero di individui

Stalking di gruppo o gang stalking: in cosa consiste

[Torna su]
Lo stalking di gruppo o group-stalking è un insieme di attività persecutorie in cui le persone colpite credono di essere seguite, pedinate e molestate da un gran numero di persone. Le persone soggette a questo fenomeno sono definite come Target ovvero Individual Target (T.I.).

Stalking di gruppo: le origini

[Torna su]
Il concetto di stalking è nato negli anni '80 a seguito all'aumento delle cause legali per le donne e dei procedimenti giudiziari contro la violenza domestica.
In genere, lo stalking ha un unico autore, che a volte può reclutare altri per agire per suo conto, di solito inconsapevolmente.
A partire dai primi anni 2000, il termine stalking di gruppo è diventato popolare per descrivere un'esperienza diversa di molestie ripetute che invece provengono da più persone che si organizzano intorno a uno scopo condiviso, senza che una sola persona sia l'unica responsabile.
Un articolo del 2016 del New York Times ha stimato che più di 10.000 persone partecipano a comunità online "organizzate intorno alla convinzione che i loro membri siano vittime di una cospirazione tentacolare per molestare migliaia di americani comuni con armi di controllo mentale ed eserciti di cosiddetti stalker di bande".
L'articolo menzionato, identifica un lavoro del 2015 di Sheridan e James intitolato "Complaints of group stalking ('gang stalking'): an exploratory study of their nature and impact on complainants" (Denunce di stalking di gruppo: uno studio esplorativo della loro natura e dell'impatto sui denuncianti) e rappresenta a tutt'oggi, l'unico studio scientifico sull'argomento.
Centinaia di queste comunità esistono online.
Le notizie hanno descritto come gruppi di utenti di Internet abbiano collaborato per scambiarsi dettagliate teorie cospirative che coinvolgono lo stalking di gruppo. Alcuni psichiatri e psicologi affermano che "i siti web che amplificano le notizie di controllo mentale e di stalking di gruppo" sono "una comunità estrema che può incoraggiare pensieri deliranti" e rappresentano "un lato oscuro del social networking.

Aggravamento dello stalking e attività coinvolte

A parere dello scrivente (prof. dr. criminologo forense), da anni impegnato nella lotta del fenomeno dello Stalking e delle violenze di genere, "tali comunità online, possono sicuramente rafforzare il pensiero disturbato di molti, aggravati in special modo dopo i due lockdown degli ultimi anni per la nota pandemia che ha colpito l'intera popolazione non solo italiana e che, quindi hanno implementato nella società civile, comportamenti indicibili e al di fuori di ogni regola di una corretta civile convivenza e moralità. Vero che si assiste quasi quotidianamente, ad una escalation di violenze del tutto inaudite ed ingiustificate, mosse da futilissimi motivi".
Coloro che ritengono di essere vittime riferiscono di ritenere che la motivazione dello stalking di gruppo sia quella di sconvolgere ogni aspetto della loro vita.
Le attività coinvolte sono descritte come molestie elettroniche, uso di "armi psicotroniche", armi a energia diretta, cyberstalking, suggestioni ipnotiche trasmesse attraverso dispositivi elettronici ad accesso remoto e altre presunte tecniche di controllo mentale.
Tra la comunità di individui presi di mira, lo stalking di gruppo è descritto come un'esperienza condivisa in cui gli stalkers si coordinano per molestare gli individui.
Una particolare descrizione va fatta per quanto riguarda i sintomi depressivi, difatti, la sintomatologia post-traumatica e l'impatto negativo sulle funzioni sociali e lavorative, per le vittime autodichiarate di stalking di gruppo sono gravemente colpite.
Per questo è necessario intervenire sin da subito nel combattere tali "disturbi".

Prof. Dr. Giovanni Moscagiuro
Vedi anche:
- Guida sul reato di stalking
- Articoli sullo stalking

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: