Qual è il significato del codice armonizzato 05 sulla patente di guida, a cosa serve e dove compare nel documento unionale formato card
patente di guida

Cos'è il codice 05 sulla patente di guida

[Torna su]

Il Codice 05 sulla patente di guida indica limitazioni specifiche alla guida. Trattasi di uno dei tanti codici, che possono essere previsti dalla normativa europea o interna e che compaiono nel retro del nuovo modello di patente di guida in formato card.

I codici possono fare riferimento al veicolo o al soggetto titolare della patente. Ci sono codici infatti che prevedono limiti, abilitazioni particolari o adattamenti riferiti al veicolo e altri che invece impongono limiti specifici al soggetto a cui è intestata l'abilitazione alla guida.

Il Codice 05 in particolare serve a distinguere un tipo di patente ordinaria da una speciale e comunica la presenza di limitazioni alla guida del mezzo. Al codice principale contrassegnato dallo 05 sono abbinati dei sottocodici che ne specificano il contenuto:

05. Limitazioni nella guida per motivi medici

05.01 Guida in orario diurno

05.02 Guida entro un raggio di … km dal luogo di residenza del titolare o solo all'interno della città o regione

05.03 Guida senza passeggeri

05.04 Velocità di guida limitata a … km/h

05.05 Guida autorizzata solo se accompagnato da titolare di patente

05.06 Guida senza rimorchio

05.07 Guida non autorizzata in autostrada

05.08 Niente alcool

Per capire meglio però il significato di questo codice dobbiamo fare un passo indietro e analizzare il contenuto della patente di guida e la normativa europea in materia.

Cosa contiene la patente di guida unionale

[Torna su]

La patente di guida unionale è il modello uniforme di patente di guida adottata in tutta Europa a partire dal gennaio 2013 in formato card. Si tratta di una tessera plastificata delle stesse dimensioni di una comune carta di credito in cui è previsto, rispetto all'inserimento, come in passato, delle annotazioni descrittive a penna, di codici e sub codici armonizzati. In questo modo è possibile comprendere in tutta Europa che cosa significano dati specifici della patente e quindi rendere più agevole la circolazione delle persone.

Passando al contenuto della patente di guida, nella parte frontale della card troviamo i seguenti elementi:

  • il nome e il cognome del titolare dell'abilitazione alla guida;
  • la data e il luogo di nascita dello stesso con indicazione del Comune e della sigla della provincia;
  • la data in cui è stata conseguita l'abilitazione alla guida;
  • l'Autorità che ha rilasciato il documento;
  • la data di scadenza della patente;
  • il numero del documento;
  • nel riquadro di sinistra la foto del titolare;
  • la firma del titolare contenuta in un apposito riquadro centrale;
  • la categoria del veicolo che il soggetto può condurre (Es. A e B).

Nel retro della patente invece troviamo le seguenti informazioni:

  • le categorie dei veicoli, che sono indicate nella prima delle 4 colonne della tabella e contraddistinte dai numeri 9, 10, 11 e 12. Nelle prime due colonne, a fianco di ciascuna categoria di veicoli per i quali è conseguita l'abilitazione sono riportate la data di conseguimento della patente e la data di scadenza;
  • la colonna 12 è quella destinata ai codici;
  • lo spazio contrassegnato dal numero 13 invece è destinato a indicazioni necessarie alla gestione della patente da parte dello Stato ospitante

Cosa sono i codici armonizzati

[Torna su]

A dare le prime indicazioni per la patente unione e a prevedere i codici armonizzati è stata la Direttiva UE 2006/126 con lo scopo di rendere comprensibile quanto indicato sul documento di guida in tutti i Paesi UE. Dalla direttiva emerge infatti che i codici armonizzati servono per avere riferimenti unici sullo stato di salute del conducente, sulle modifiche apportate al veicolo, sulle limitazioni all'uso e su questioni amministrative.

La Direttiva 2015/653 ha poi aggiornato i codici contenuti nella suddetta Direttiva 2006/126 "alla luce del progresso tecnico e scientifico, soprattutto in materia di adattamenti del veicolo e di supporto tecnico per i conducenti disabili."

I codici armonizzati vanno da 0 a 99, mentre quelli da 100 in su sono quelli nazionali "validi unicamente per la circolazione sul territorio dello Stato membro che ha rilasciato la patente."

Facciamo qualche esempio di codice armonizzato per capire meglio.

Il Codice 01 ad esempio indica la condizione medica del guidatore che ha bisogno di portare gli occhiali o sistemi di protezione per la vista, il codice 02 invece fa riferimento gli apparecchi acustici, mentre lo 03 si riferisce alle protesi per gli arti.

Ci sono poi i codici che recano modifiche del veicolo necessarie al conducente per la guida del mezzo. Modifiche che se riguardano la frizione sono contraddistinte dal codice 15, se interessano il freno il codice 20 e se invece hanno a che fare con l'acceleratore presentano il codice 25.

Ci sono poi i codici che si riferiscono a limitazioni all'uso. Il codice 61 ad esempio pone limiti agli orari di guida, il codice 67 invece si riferisce alla guida in autostrada non autorizzata.

Si arriva infine ai codici relativi alle questioni amministrative. Il codice 71 ad esempio è utilizzato quando il documento rappresenta un duplicato della patente.

Dove si trovano i codici armonizzati sulla patente di guida

[Torna su]

I codici armonizzati come quelli nazionali vengono inseriti, come già detto, nel retro della patente nella colonna n. 12 e nella riga corrispondente alla categoria a cui si riferisce.

Possono però anche essere indicati nello spazio libero disponibile sotto le colonne n. 9, 10 e 11 se riguardano tutte le categorie di patenti.

Le direttive europee menzionate riportano tutta una serie di codici armonizzati e anche di sottocodici che ne specificano più in dettaglio il contenuto. Ad esempio il codice 01, come abbiamo visto riguarda la "Correzione della vista e/o protezione degli occhi", poi ci sono diversi sottocodici come lo 01.01 che si riferisce agli occhiali.

Ora, poiché lo spazio disponibile sul retro della patente è davvero molto ristretto, si è stabilito che non è necessario stampare sul documento anche i sub codici, essendo sufficiente l 'indicazione del solo codice principale.

Occorre però precisare che i codici completi sono comunque presenti negli archivi elettronici del Ced della Motorizzazione civile, che è possibile consultare se si dispone di un apposito collegamento.

Violazione dei codici armonizzati e sanzioni

[Torna su]

Da tutto quanto detto finora è chiaro che i codici armonizzati servono per fornire informazioni importanti sulla patente di guida anche a chi, per lavoro, è tenuto a controllare questi documenti.

Il Codice della Strada infatti prevede delle sanzioni per chi non rispetta quanto indicato dal codice unionale.

La norma di riferimento in questo caso è l'art. 125 del Codice della Strada.

Il comma 3 prevede infatti che: "chiunque, munito di patente di guida recante un codice unionale o nazionale relativo a - modifiche del veicolo -, conduce un veicolo o circola in condizioni diverse da quelle indicate dai predetti codici, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 158 euro a 638 euro."

Il comma 3 bis invece che "chiunque, munito di patente di guida recante un codice unionale o nazionale relativo a - conducente (motivi medici) - conduce un veicolo o circola in condizioni diverse da quelle indicate dai predetti codici, è soggetto alla sanzione di cui all'articolo 173, comma 3" che prevede una sanzione minima di 83 euro fino a un massimo di 332 euro.

Leggi anche:

- La patente di guida

- Patente: articoli e sentenze

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: