In arrivo nuove misure per aiutare uno dei settori più colpiti dalla pandemia. Verranno utilizzati i fondi del Pnrr
coppia di turisti con valigie che si appresta ad entrare in hotel

Superbonus turismo, cos'è e chi può usufruirne

[Torna su]

Il Governo pensa ad un superbonus anche per il settore del turismo: dalle ristrutturazioni agli arredi. A parlare per la prima volta della nuova agevolazione di cui potranno beneficiare le strutture alberghiere è stato il Ministro Massimo Garavaglia, con la Sottosegretaria Vannia Gava, qualche giorno fa. Era stato già il decreto Semplificazioni ad aprire uno spiraglio per l'utilizzo del superbonus 110 per cento anche agli alberghi e alle altre strutture ricettive. L'agevolazione per le ristrutturazioni e per l'acquisto di arredi ora dovrebbe abbracciare anche al settore del turismo per quanto riguarda il risparmio energetico. In attesa di sapere come e quando arriverà il provvedimento si può anticipare che sono stati già sbloccati fondi per agenzie di viaggio e tour operator, guide e accompagnatori turistici, gli autobus scoperti, imprese turistico-ricettive, agenzie di animazione e enti gestori di siti speleologici e grotte.

Superbonus turismo, i fondi per attuarlo

[Torna su]

Ma in che modo potrebbe essere messo in piedi il nuovo superbonus? A questo punto entrerebbe in gioco il Piano nazionale di resistenza con circa 2 mld e 400 mln per il settore del turismo. Dunque si potrebbe usare il contributo a fondo perduto vincolandone l'impiego agli interventi di efficienza energetica.

Una parte sarà poi usata per rendere più gradevole l'aspetto delle strutture. In previsione un tetto all'erogazione. Chiaramente si resta in attesa di una autorizzazione dall'Unione europea per evitare blocchi dei fondi ed altri inconvenienti. Le spese che saranno riconosciute ammissibili vanno dall'incremento dell'efficienza energetica, alla riqualificazione antisismica, dall'implementazione della digitalizzazione all'eliminazione delle barriere architettoniche. Ci saranno misure specifiche per le piscine termali ed una parte dei contributi servirà al miglioramento della tenuta energetica degli edifici e degli impianti.

Turismo, ipotesi di contributo a fondo perduto

[Torna su]

L'idea è quella di inserire il nuovo provvedimento nella Legge di Bilancio 2022: ma non solo l'estendere al settore turismo per il superbonus, con aliquota presumibilmente all'80 per cento, ci sarebbero altri interventi. In primis, l'introduzione di un nuovo contributo a fondo perduto, il cui importo massimo sarà pari a 200.000 euro. Le due novità non saranno cumulabili ma alternative. Il contributo a fondo perduto sarà in ogni caso ad utilizzo vincolato e una quota della somma concessa dovrà essere utilizzata per effettuare lavori volti alla riqualificazione energetica. Un ulteriore occhio di riguardo sarebbe l'agevolazione maggiorata per le imprese femminili.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: