La profilazione criminale è una forma di analisi investigativa che si occupa di analizzare le condizioni psicologiche di chi ha commesso un reato
lente con impronte per indagine criminologica

Criminal profiling: cos'è

[Torna su]

Il criminal profiling indica tutte le attività che sono utili a ricostruire la personalità di chi ha commesso un crimine, basandosi sulla scena del reato, sulle caratteristiche della vittima, su tutti gli altri dettagli noti relativi al fatto delittuoso.

Si tratta di un'attività spesso utilizzata in sede investigativa per risalire all'autore ignoto di un crimine.

A cosa serve la profilazione criminale

[Torna su]

La profilazione criminale serve a individuare il colpevole di un reato, restringendo l'area dei sospettati e definendo chi cercare e in che luogo concentrare le proprie ricerche.

Di norma, al criminal profiling si fa ricorso per risolvere i crimini più complessi: si pensi, ad esempio, alle ipotesi di omicidio plurimo o di omicidio avvenuto in circostanze di luogo e/o di tempo misteriose o ai casi in cui a dover essere identificato è un serial killer.

Cosa fa il profiler

[Torna su]

Il profiler lavora a stretto contatto con le forze dell'ordine e con il pubblico ministero e collabora all'attività di ricerca e definizione dell'identità del reo, analizzando tutti i dati noti che possono a tal fine venire in rilievo e contribuendo a identificare le condizioni psicologiche del colpevole, il movente del reato, le strategie da seguire.

Chiaramente, la lista dei sospettati è poi stilata dal personale di polizia.

Come diventare criminal profiler

[Torna su]

La professione di profiler non è inquadrata all'interno di uno specifico albo o ordine professionale, ma è il frutto di una specializzazione che deriva da una formazione di carattere più ampio.

Di norma, chi vuole diventare criminal profiler deve prima conseguire una laurea in legge o in psicologia forense. Solo con questa formazione alla base, è poi possibile specializzarsi in criminologia.

Non esiste, invece, una laurea specifica dedicata alla profilazione criminale.

Professione profiler: una scelta di cuore

[Torna su]

Dall'analisi della profilazione criminale che abbiamo appena fatto emerge chiaramente che per essere un bravo profiler occorre avere una particolare sensibilità, da associare a tutte le conoscenze specifiche che devono essere acquisite per svolgere tale mestiere.

Di questo e di molto altro abbiamo parlato con la criminologa Anna Vagli, nell'intervista "Professione profiler: una scelta di cuore", che è possibile guardare anche sul canale Youtube di Studiocataldi.it


Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: