Il Giudice di Pace di Porretta Terme ha annullato un'ordinanza ingiunzione emessa dal Prefetto contro un cittadino uscito durante il lockdown per fare la spesa
carrello della spesa con martello per tutela diritti

Era legittimo fare la spesa durante il lockdown

[Torna su]

Con la sentenza numero 36/2020 qui sotto allegata, il Giudice di Pace di Porretta Terme, accogliendo il ricorso presentato da un cittadino patrocinato dal sottoscritto difensore, ha annullato l'ordinanza ingiunzione emessa dal Prefetto di Bologna per il pagamento della sanzione applicata per violazione della normativa emergenziale emanata nella primavera 2020 per far fronte all'emergenza coronavirus.

Il cittadino era stato sanzionato per essere uscito di casa, ma, in realtà, alla base del suo "spostamento" vi era la necessità di fare la spesa. Il provvedimento subito, quindi, si appalesava ingiusto in quanto il comportamento dell'uomo era giustificato da necessità preminenti di sostentamento, non eludibili dalla normativa dei DPCM.

L'assenza di prove contrarie salva il ricorrente

[Torna su]

Più precisamente, alla base dell'annullamento dell'ordinanza prefettizia vi era la circostanza che, mentre il ricorrente aveva indicato "elementi di fatto sufficienti a giustificare il suo comportamento", la Prefettura non era riuscita a dimostrarne la responsabilità.

L'amministrazione non può costituirsi via p.e.c.

[Torna su]

La sentenza in analisi rileva anche per aver sancito un altro principio giuridico rilevante.

In particolare, in rito, il Giudice di Pace ha affermato la necessità della costituzione in cancelleria e non via p.e.c. da parte della p.a., nei giudizi di opposizione avverso ordinanze ingiunzioni prefettizie.

A tale proposito, si legge in sentenza che "nel procedimento di opposizione avverso l'ordinanza ingiunzione per il pagamento di sanzione amministrativa, il semplice invio … della documentazione relativa al procedimento che vi ha dato luogo, non integra una rituale costituzione in giudizio dell'Amministrazione opposta, essendo tenuta la parte che intenda costituirsi nel giudizio ad osservare le relative modalità, attraverso la formazione del proprio fascicolo".

Avv. Paolo Littera - foro di Bologna

Scarica pdf sentenza GdP Porretta Terme numero 36/2020
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: