Dopo la fase di sperimentazione il ministero della Giustizia garantirà l'entrata a regime dell'intera procedura entro il 31 maggio 2021
mano che mostra icone internet

Arriva in Corte di Cassazione il processo telematico

[Torna su]

Al via anche per la Corte di Cassazione il processo telematico. La Suprema Corte e la Procura Generale hanno siglato, con il Ministero della Giustizia, l'Avvocatura dello Stato, il Consiglio Nazionale Forense e l'Organismo Congressuale Forense, il Protocollo d'intesa per l'avvio del processo telematico civile presso il giudice di legittimità.

Cassazione, i contenuti del protocollo

[Torna su]

L'obiettivo dell'accordo, grazie all'impegno del Ministero e alla collaborazione di tutti i soggetti che ne hanno preso parte, è portare a termine, in tempi brevi, la completa realizzazione del processo civile telematico, anche con riguardo al giudizio di legittimità. Il completamento del processo civile telematico comporterà un grande miglioramento della qualità del servizio giustizia nonché della qualità del lavoro dei magistrati della Corte di cassazione e della Procura Generale, degli avvocati e del personale amministrativo, e consentirà, in questo momento di emergenza sanitaria, di rafforzare i livelli di sicurezza, diminuendo la necessità degli accessi in Corte.

Cassazione, l'avvio dopo la sperimentazione

[Torna su]

La fase di sperimentazione procederà sul doppio binario, cartaceo e tematico, dove però solo il cartaceo avrà valore legale; successivamente si perverrà al deposito telematico facoltativo ma con valore legale per gli atti introduttivi. E poi dopo la possibilità di depositare telematicamente a valore legale anche per i magistrati.

Le cancellerie già da ora inviano comunicazioni telematiche ma, con l'avvio della digitalizzazione degli atti degli avvocati e dei magistrati, potranno occuparsi dei fascicoli processuali in modalità telematica e la qualità e la durata dei processi di lavoro è destinata a migliorare notevolmente.

Dopo la fase di sperimentazione, che inizierà il prossimo 26 ottobre, il Ministero garantirà l'entrata a regime dell'intera procedura entro il 31 maggio 2021. Dal 17 aprile i depositi online telematici diventeranno obbligatori.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: