Quali regole seguire se ci si trova in una strada pubblica priva di segnaletica orizzontale e verticale ai fini del parcheggio?
suv in una strada di montagna

Cosa si intende per segnaletica stradale

E' opportuno ricordare che esistono due tipi di segnaletica: quella verticale, rappresentata dai cartelli stradali posizionati sul marciapiede o ai margini della strada e quella orizzontale, costituita, invece, dalle strisce disegnate sull'asfalto.

- vedi la nostra guida I segnali stradali

In linea generale, è sufficiente un solo tipo di segnaletica per stabilire se e come si può parcheggiare.
Potrebbero, ad esempio, essere presenti solo le strisce bianche o blu sull'asfalto senza il relativo cartello con sfondo blu e lettera "P" bianca.
Potrebbe, al contrario, esserci soltanto il palo con il cartello del divieto di sosta a inizio marciapiedi e nessuna linea gialla sulla strada.
Nel caso in cui la segnaletica orizzontale contrasti con quella verticale, bisogna sempre ricordarsi che prevale quella verticale.
Regola generale è che se sono presenti i vigili urbani, le loro indicazioni prevalgono sulla segnaletica di ogni tipo. In loro assenza, la segnaletica verticale prevale su quella orizzontale.
Ma se percorriamo una strada senza alcuna segnaletica, possiamo parcheggiare o no?

Regole da seguire in assenza di segnaletica

In tal caso vale il principio secondo cui tutto ciò che non è vietato dalla legge è consentito.
La segnaletica stradale rappresenta divieti o concessioni e, dunque, norme, leggi, disciplina giuridica.
Ne deriva che, in una strada senza segnaletica, si può parcheggiare a patto che si rispettino le regole di buon senso e la disciplina generale della circolazione stradale.
È, pertanto, necessario che l'auto venga parcheggiata in modo longitudinale al senso di marcia delle auto, ossia con il fronte rivolto al lato di circolazione e in modo parallelo alla strada stessa. Non sono consentiti parcheggi, ad esempio, a spina di pesce o, peggio, perpendicolari al marciapiede.
È anche indispensabile che nessuna ruota sia sul marciapiede e che il parcheggio consenta il transito degli altri veicoli in entrambi i sensi di marcia.
D'altro canto, in assenza di segnaletica verticale ed orizzontale, è sempre vietato parcheggiare in presenza di dossi o curve, in prossimità e in corrispondenza della fine del marciapiede, a meno di 5 metri da un incrocio, in prossimità e in corrispondenza di segnaletica stradale (anche i semafori) se l'auto la copre, vicino ai passaggi a livello o sui binari di tram e ferrovie, nelle gallerie, sulle strade urbane di scorrimento, fuori dai centri urbani in prossimità delle aree di intersezione, sulle piste ciclabili, sullo sbocco di passi carrabili e sulle banchine.

Avv. Giuseppe Simeone
Tutti i miei articoli qui: https://www.facebook.com/corrodiritto
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: