Il dpr 380 del 2001 detta i principi generali e la disciplina che regolamenta l'attività edilizia, dai controlli preventivi, alla vigilanza, alle sanzioni
abusivismo edilizio

Dpr 380/2001 in sintesi

[Torna su]

Il testo unico edilizia si compone di due parti, oltre alle disposizioni finali: la prima dedicata all'attività edilizia e la seconda dedicata alla normativa tecnica per l'edilizia.

Si tratta, in sostanza, di una legge quadro che non riguarda l'intera materia dell'urbanistica, ma esclusivamente l'edilizia, che viene regolamentata in tutti gli aspetti rilevanti.

Testo unico edilizia: riferimenti normativi

[Torna su]

Il testo del dpr 380 del 2001 è stato aggiornato diverse volte nel corso degli anni, ad esempio ad opera della legge 166 del 2002, del decreto legislativo 301 del 2002, del decreto legge 269 del 2003, del decreto legge 300 del 2006, del decreto legge 133 del 2014 e, più di recente, del decreto legge 76 del 2020.

Dpr 380/2001: attività edilizia

[Torna su]

Per quanto riguarda l'attività edilizia, particolarmente rilevanti sono le norme dedicate ai titoli abilitativi.

Esse, infatti, contengono la disciplina dettagliata del permesso a costruire e della segnalazione certificata di inizio attività, che sono i due titoli fondamentali per poter esercitare l'attività edilizia nel rispetto della legge.

Vai alle guide:

- Il permesso di costruire

- La Scia

La parte del Dpr 380/2001 dedicata all'attività edilizia è, poi, il riferimento normativo per l'agibilità degli edifici, che riguarda le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti che vi sono installati.

Dpr 380/2001: normativa tecnica per l'edilizia

[Torna su]

Il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia detta anche la normativa tecnica per l'edilizia.

Si tratta in particolare:

  • della disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso e a struttura metallica,
  • delle disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche (sia negli edifici pubblici, che in quelli privati e privati aperti al pubblico),
  • dei provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche,
  • delle norme per la sicurezza degli impianti,
  • delle norme per il contenimento del consumo di energia negli edifici.

Si tratta, evidentemente, di disposizioni di particolare rilievo, delle quali si deve tenere adeguato conto in tutte le fasi della costruzione di un nuovo edificio o durante il restauro.

Il testo del dpr 380/2001

[Torna su]

Vai al testo del dpr 380/2001.

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

In evidenza oggi: