i dati della relazione biennale sull'applicazione della normativa in materia di patrocinio dello stato, riferita ai procedimenti civili e penali, presentata dal ministero della giustizia
aula di tribunale con scritta legge uguale per tutti

di Gabriella Lax - Ammonta a circa 429 euro la parcella di un legale; si arriva a 798 euro per il penale. I dati, sono forniti dalla relazione biennale sull'applicazione della normativa in materia di patrocinio dello stato, riferita ai procedimenti civili e penali, realizzata ogni due anni dal ministero della giustizia (sotto allegata).

Gratuito patrocinio: i costi per lo Stato

[Torna su]

Nel 2018 per le parcelle nei processi civili e penali la spesa è stata di 282 milioni di euro, a cui si somma un aumento medio annuo che si aggira intorno ai 20 milioni di euro.

La parcella media di un avvocato col

In allegato un fac-simile dell'istanza" href="https://www.studiocataldi.it/articoli/15377-gratuito-patrocinio-guida-e-fac-simile-dell-istanza.asp" class="keyword-link">gratuito patrocinio nel civile è pari a 429,81 euro al netto di Iva e contributi previdenziali. Nel penale arriva a 798 euro. In totale: per il civile, l'importo liquidato è stato di 109 milioni, mente nel penale si è arrivati a 173 milioni. Lo Stato ha speso nel 2018 più di 282 milioni di euro per il gratuito patrocinio.

I veri importi

[Torna su]

Questi calcoli, come evidenzia Alberto Vigani, responsabile ufficio legislativo del Movimento forense e già coordinatore della commissione dell'Organismo unitario dell'avvocatura sul patrocinio a spese dello stato, comunque al lordo della Cassa di previdenza, fanno in modo che agli avvocati pervengano solo 231.757.047.

Di conseguenza la parcella media singola nel settore civile e nel settore penale vale rispettivamente 546,40 e 1.012,96 al lordo di Iva. Togliendo dal calcolo quanto ritorna come imposta indiretta allo Stato, la parcella civile media è pari a 447,54 , mentre la parcella media penale è pari a 830,33. Questi sono gli importi con i quali si paga un avvocato in regime di patrocinio a spese dello stato per un intero processo medio civile e penale.

Scorporando, ancora gli importi della Cassa di previdenza per un processo civile arrivano in tasca al procuratore solo 429,81 mentre per un processo penale arrivano 798,08 euro. Soldi soggetti ancora all'Irpef, una volta dedotte le spese. Si va nel penale da 733 del 2009 (diminuiti a 602 nel 2013) agli odierni 798 , senza che vi sia alcuna proporzione al valore e all'importanza dell'attività svolta e nemmeno alcun effettivo adeguamento al costo della vita.

Gratuito patrocinio nel processo civile

[Torna su]

Per ciò che riguarda il processo civile, negli ultimi due anni sono decisamente calate le domande respinte. Nel 2016, le domande inammissibili erano 9.087; nel 2017 si è arrivati a 5.453 e nel 2018 a 5.114. Nel 2018 il numero delle domande dichiarate inammissibili presentate dagli italiani è più o meno pari a quello presentato dagli stranieri (2.262 a fronte di 2.852 domande), laddove nel 2016 le domande presentate dagli stranieri e dichiarate inammissibili erano il triplo di quelle presentate dagli italiani (6.175 a fronte di 2.912 domande).

Le domande presentate dagli stranieri

[Torna su]

Rappresentano circa il 60% del totale le domande presentate dagli stranieri. Nello specifico per il penale, il numero degli stranieri è cresciuto costantemente negli ultimi 25 anni: nel 1995 gli stranieri richiedenti erano 3.335, mentre nel 2018 sono stati 44.527.