Sei in: Home » Articoli

Demanio: aggiudicati i primi 18 beni

Condividi
Seguici

Dalle caserme ai capannoni ecco le vendite frutto del primo dei tre bandi nazionali di vendita di immobili dello Stato pubblicati dall'Agenzia del Demanio a luglio
faro che proietta luce sul mare

di Gabriella Lax - Con l'aggiudicazione dei primi 18 beni si è concluso il primo dei tre bandi nazionali di vendita di immobili dello Stato pubblicati dall'Agenzia del Demanio lo scorso luglio.

  1. Demanio, i primi 18 beni aggiudicati
  2. Gli immobili più "gettonati"
  3. Le prossime vendite

Demanio, i primi 18 beni aggiudicati

Diciotto i beni aggiudicati alle aste alle quali hanno partecipato in totale 28 soggetti tra persone fisiche e giuridiche. Procede spedito il piano straordinario di dismissione degli immobili pubblici previsto dalla legge di Bilancio 2019 che ha abbracciato varie tipologie di beni: dalle caserme, ai capannoni, fino agli immobili storici, strutture industriali e direzionali. Inizialmente i beni immobili coinvolti erano 50 per un valore totale di 18.387.940,77 euro, pari a circa il 40% del prezzo totale a base d'asta. Le sedute d'asta si sono svolte il 16 e il 17 ottobre tramite la Rete Aste Notarili (Ran) del Consiglio Nazionale del Notariato in modalità telematica e applicando in alcuni casi il meccanismo dei rilanci sul prezzo a base d'asta: per i 18 beni aggiudicati l'incremento di valore sulla base d'asta è di circa il 16% pari a 2.488.620,77 euro. Collegandosi alla piattaforma dagli studi notarili del territorio nazionale i soggetti interessati hanno potuto partecipare alle aste via web ed effettuare rilanci anche da molto lontano, i superando i limiti dovuti alle distanze grazie alla garanzia notarile.

Gli immobili più "gettonati"

Ma quali sono stati gli immobili più gettonati tra quelli del demanio messi in vendita? Sicuramente quelli con caratteristiche di unicità e tipicità, elementi difficili da trovare. Vediamo che a Bologna una porzione della Caserma Mameli è stata aggiudicata a un prezzo finale di 857.250 euro, dopo ben 25 rilanci; a Milano il Capannone Industriale di via Guglielmo Silva, che occupa un'area di oltre 900 mq nel distretto Citylife, è stato aggiudicato per 4.105.000 euro rispetto al prezzo di partenza di circa 3.400.000 euro. Ancora a Milano, l'asta per l'Appartamento Loft Porta Ticinese è arrivata a 12 rilanci tra 4 partecipanti fino ad arrivare 1 milione di euro. A Fermo la Vecchia Stazione, utilizzata come parcheggio di autobus, è stata aggiudicata per 1.550.000 euro con un rialzo del 136% rispetto alla base d'asta. Più offerte ricevute anche per l'Ex Casa del Fascio, immobile storico inserito nella cinta muraria duecentesca di Cittadella in provincia di Padova.

Le prossime vendite

Si tratta ovviamente di aggiudicazioni provvisorie che diverranno definitive dopo che saranno state ultimate le necessarie verifiche amministrative necessarie. Poi si procederà alla stipula dei contratti. Ma non finisce qui la vendita. Ecco i passi successivi. Ancora in corso fino al 15 novembre gli altri due bandi di vendita relativi ai restanti 43 immobili per un valore totale di oltre 98 milioni di euro.

(03/11/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio al canone Rai arretrato se è sotto i mille euro
» Perde le figlie il padre che se ne disinteressa

Newsletter f t in Rss