Sei in: Home » Articoli

L'avvocato è agente sportivo ex lege

Condividi
Seguici

Gli avvocati possono operare nell'ambito del calciomercato senza necessità di iscriversi al registro degli agenti sportivi
Stadio affollato in attesa della partita

di Gabriella Lax - «L'avvocato è agente sportivo ex lege». Ad affermarlo è Claudio Pasqualin, presidente dell'associazione "Avvocaticalcio", nel corso dell'ultima riunione del consiglio direttivo, svoltasi a Roma, lo scorso 24 giugno.

Avvocaticalcio, per Pasqualin: «L'avvocato è agente sportivo ex lege»

In relazione alla posizione degli avvocati rispetto al Registro degli agenti sportivi Coni e Figc, il Consiglio ha evidenziato che gli avvocati, regolarmente iscritti all'albo professionale, possono operare nell'ambito del Calciomercato senza necessità di iscriversi al Registro degli Agenti Sportivi. Così riferisce una nota ufficiale della riunione. E questo accade in base ad una legge dello Stato (la stessa istitutiva del suddetto Registro) che, in quanto di rango superiore, non può essere messa in discussione da eventuali interpretazioni di regolamenti federali. Su questo dato la Commissione Coni degli Agenti Sportivi, interpellata da Avvocaticalcio, aveva già ribadito il primato della legge dello Stato.

Nella stessa riunione si è discusso in merito alla notizia dei soli 8 promossi sugli oltre 800 partecipanti all'esame, con il ricorso al Tar e all'Antitrust da parte degli esclusi: pur concordando sulla difficoltà della prova finalizzata a garantire maggiore professionalità della categoria è certamente preoccupata per le problematiche che stanno sorgendo in merito a tanti rapporti contrattuali in corso per cui auspica un intervento degli organi competenti.

Leggi anche:

- Avvocati: le nuove frontiere del diritto sportivo

- Avvocati e procuratori sportivi

(29/06/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Ricorso in Cassazione inammissibile se non è diviso in paragrafi
» Norma seggiolini salva bimbi auto: operativa nei prossimi giorni

Newsletter f t in Rss