Sei in: Home » Articoli

Blockchain significato

Condividi
Seguici

Qual è il significato di Blockchain. La traduzione di Blockchain è "catena di blocchi", un'espressione che può aiutare a comprenderne il funzionamento grazie anche a un esempio pratico
computer tablet informatica frode

di Valeria Zeppilli - Sempre più spesso si sente parlare di Blockchain, da molti considerata la nuova Internet.

Si tratta di una tecnologia digitale con la quale dovremo ben presto fare i conti sotto molti punti di vista e dinanzi alla quale, quindi, è fondamentale farsi una domanda di carattere preliminare: che significa Blockchain?

  1. Blockchain: cosa significa
  2. Blockchain: come funziona
  3. I blocchi di dati e il significato di Blockchain
  4. Blockchain: un esempio pratico

Blockchain: cosa significa

Il termine Blockchain, letteralmente, in italiano può essere tradotto come "catena di blocchi".

Un'espressione apparentemente priva di significato ma che, rapportata al funzionamento della Blockchain, ne aiuta a capire l'esatta portata.

Blockchain: come funziona

La Blockchain, concretamente, è un registro pubblico in cui sono annotati i dati relativi alle più disparate transazioni, che vengono validate in maniera permanente, attendibile, sicura e verificabile tramite la tecnologia "peer-to-peer".

Con tale sistema è quindi possibile certificare gli scambi che avvengono tra diverse persone.

I blocchi di dati e il significato di Blockchain

La tecnologia Blockchain salva i dati relativi alle transazioni in dei blocchi crittografici che sono collegati tra di loro gerarchicamente. In tal modo, si genera una catena di blocchi di dati attraverso la quale è possibile verificare tutte quante le transazioni, risalendo dall'una all'altra.

Ecco quindi che il significato dell'espressione catena di blocchi diviene più chiaro e utile per comprendere in cosa esattamente consiste la Blockchain.

Blockchain: un esempio pratico

Può comunque essere utile fare un esempio pratico.

Immaginiamo che si voglia gestire con la Blockchain la compravendita di un immobile.

La prima cosa da fare è quella di creare le Cryptographic Keys relative al venditore e all'acquirente, che vengono schedati con l'inserimento di tutte le informazioni relative alla disponibilità economica, al titolo di proprietà dell'immobile, al prezzo di vendita e così via.

In tal modo di crea il blocco, in cui sono riportati i vari dati relativi alla predetta transazione immobiliare e ad altre transazioni e che è poi sottoposto alla verifica e all'approvazione di coloro che partecipano alla Blockchain.

Solo dopo che è stata verificata la correttezza delle informazioni relative alla transazione e il blocco è stato quindi autorizzato, lo stesso è immesso nella catena di blocchi che compone la Blockchain e, in tal modo, diventa il punto di riferimento immodificabile della compravendita dell'immobile.

La transazione è così archiviata e garantita.


Vai alla guida Blockchain: cos'è e come funziona

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(25/03/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Niente cognome paterno se il figlio si oppone
» Fino a tre anni di prigione per chi offende il prof
» L'opposizione a decreto ingiuntivo - guida legale con modello di citazione
» Il condono edilizio
» Loltraggio a pubblico ufficiale

Newsletter f t in Rss