Sei in: Home » Articoli

Cassa integrazione per cessata attività: come ottenerla

Le indicazioni del Ministero del lavoro per ottenere il beneficio della Cigs e come fare domanda
matita che cancella strada uomini concetto fallimento

di Marina Crisafi - Con circolare del 4 ottobre 2018 (sotto allegata) il Ministero del lavoro ha fornito le indicazioni operative relative alla Cassa Integrazione per Cessata attività, come stabilito dal Decreto Urgenze (d.l. n. 109/2018).

Leggi anche Torna la Cigs straordinaria per cessata attività

Il trattamento potrà essere concesso a decorrere dalla data di entrata in vigore del Decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, pertanto dal 29 settembre 2018, e per gli anni 2019 e 2020, limitatamente a 12 mesi per ciascun anno ed entro le risorse stanziate. La norma precisa che il trattamento di integrazione salariale straordinaria può essere concesso in deroga agli articoli 4 e 22 del D.lgs. n. 148/2015.

Cigs per crisi aziendale, a chi spetta

Dalla data di entrata in vigore del decreto urgenze, quindi dal 29 settembre scorso e per gli anni 2019 e 2020, potrà essere irconosciuto il diritto alla Cigs, sino a 12 mesi limitatamente a ciascun anno (2018, 2019, 2020), "in favore di quelle imprese, anche in procedura concorsuale, che abbiano cessato la proproa attività produttiva e non si siano ancora concluse le procedure per il licenziamento di tutti i lavoratori, o la stiano cessando".

Cigs, come presentare istanza

Per poter beneficiare del trattamento di CIGS l'impresa cessata o in cessazione deve, spiega la circolare, stipulare con le parti sociali uno speicifico accordo in sede governativa. L'accordo deve avere ad oggetto:

- il piano di sospensione dei lavoratori ricollegabile nei tempi e nelle modalità alla cessione dell'attività o al piano di reindustrializzazione ovvero al programma di politiche attive regionali;

- il piano di trasferimento e/o riassorbimento dei lavoratori sospesi e le misure di gestione delle eventuali eccedenze di personale.

Dopo la stipula dell'accordo, l'impresa interessata deve presentare istanza al Ministero del lavoro e delle politiche sociali – Direzione generale ammortizzatori sociali e formazione, divisione IV, per il tramite del sistema informatico "Cigsonline". Alla domanda vanno allegati il verbale di accordo, l'elenco nominativo dei lavoratori interessati da sospensioni, riduzioni orarie o trasferimento aziendale, dal programma di cessione, ovvero dal piano di reindustrializzazione e/o dal programma di politiche attive regionali e dal piano delle sospensioni del personale. va fatta istanza al Ministero del Lavoro per il tramite del sistema informatico "Cigsonline".

Vai alla guida La cassa integrazione

Il testo della circolare del Ministero del lavoro n. 15/2018
(05/10/2018 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Seggiolini salva bebé: legge in vigore dal 27 ottobre
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019

Newsletter f g+ t in Rss