Benzina: la tassa regionale va eliminata

Secondo la Commissione europea si tratta di un'imposta che non persegue scopi specifici, ma punta solo a obiettivi di bilancio, cosa contraria al diritto dell'Unione
benzina carburante

di Gabriella Lax – L'Italia dovrà eliminare l'imposta regionale sulla benzina. A chiederlo è stata la Commissione europea con la motivazione che l'imposta sarebbe contraria al diritto dell'Unione.

Ue a Italia, la tassa regionale sulla benzina va eliminata

L'Irba ossia l'Imposta regionale sulla benzina per autotrazione è in vigore dal primo gennaio 2012 ed è una tassa di circa 2 centesimi su ogni litro di carburante erogato.

Dalla Commissione europea è arrivata una lettera di messa in mora indirizzata alle autorità italiane. La missiva rappresenta il primo passo della procedura d'infrazione che, nel suo ultimo stadio, potrebbe portare il Paese davanti alla Corte di giustizia Ue.

Secondo l'organo europeo si tratta di una imposta che «non persegue scopi specifici, ma punta solo a obiettivi di bilancio, cosa contraria al diritto dell'Unione». Al nostro Paese restano due mesi di tempo per rispondere all'invito di Bruxelles, che potrebbe anche decidere di portare avanti la procedura d'infrazione inviando a Roma un parere motivato.

(20/07/2018 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss