Sei in: Home » Articoli

Esenzione canone Rai

Guida pratica a tutti i casi in cui è prevista l'esenzione dal pagamento del canone Rai e i modelli per inoltrare la domanda di esenzione
vecchio televisore con sopra pallone da calcio

di Annamaria Villafrate - L'esenzione dal pagamento del canone Rai è prevista per i titolari di utenza elettrica per uso domestico residenziale privi di apparecchio TV, sia proprio che di un familiare parte del nucleo, per gli over 75 con un reddito pari o inferiore a 6.713,98 euro per il 2017 e 8.000 euro per il 2018 e per i diplomatici, i militari non cittadini e il personale civile straniero Nato non residente in Italia, ma stanziato nel nostro Paese.

Per chiedere l'esenzione è necessario presentare una dichiarazione, che deve essere inviata ogni volta che mutano i presupposti richiesti.

Indice:

  1. Esenzione canone Rai per chi non ha apparecchio TV
  2. Domanda esenzione canone Rai per chi non ha tv
  3. Esenzione canone Rai per gli over 75
  4. Domanda esenzione canone Rai over75
  5. Esenzione canone Rai stabilita da convenzioni internazionali
  6. Domanda esenzione canone Rai diplomatici e funzionari

Esenzione canone Rai per chi non ha apparecchio TV


Il primo caso di esenzione dal pagamento del canone Rai riguarda quei contribuenti a cui è intestata o sono intestate più utenze elettriche per uso domestico residenziale, che non possiedono un apparecchio TV proprio o di un membro della famiglia anagrafica in nessuna delle abitazioni.

Domanda esenzione canone Rai per chi non ha tv

In questo caso il contribuente deve presentare una dichiarazione sostitutiva utilizzando il modello dell'Agenzia delle Entrate (sotto allegato).

Il modello può essere utilizzato anche:

  • dal titolare di un'utenza elettrica per uso domestico residenziale, che deve certificare che lui o un membro della famiglia anagrafica non detengono un apparecchio televisivo ulteriore rispetto a quello per cui è stata presentata denuncia di cessazione dell'abbonamento TV;
  • da un erede per dichiarare che l'utenza elettrica era intestata a un soggetto defunto e che nella relativa abitazione non si trova un apparecchio televisivo;
  • per informare che l'utenza elettrica è intestata a un altro componente della famiglia, di cui si deve comunicare il codice fiscale;
  • per riferire che, ad esempio, nel corso dell'anno è stato acquistato un televisore o che il soggetto è uscito dalla famiglia anagrafica dichiarata in precedenza.

Come presentarla

Le dichiarazioni contenute nel modello hanno validità annuale, pertanto se intervengono delle modifiche che fanno venire meno i requisiti per l'esenzione, è necessario, nella dichiarazione successiva, informarne l'Agenzia delle Entrate. La dichiarazione non veritiera comporta conseguenze penali, ai sensi del codice penale e degli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000.

La dichiarazione sostitutiva può essere presentata:

  • utilizzando l'applicazione del sito dell'Agenzia delle Entrate, per chi è in possesso delle credenziali Fisconline o Entratel;
  • tramite intermediari abilitati;
  • a mezzo raccomandata senza busta all'Agenzia delle Entrate - Ufficio Torino 1, S.A.T. - Sportello abbonamenti TV - Casella Postale 22 - 10121 Torino, se non è possibile inviarlo in via telematica, allegando un documento d'identità in corso di validità.

Esenzione canone Rai per gli over 75


Sono esonerati dal pagamento del canone Rai per uno o più apparecchi presenti nella sola abitazione di residenza, anche gli ultra 75enni titolari di un reddito annuo che non supera i 6.713,98 euro (per l'esenzione 2017) e gli 8.000 euro (per le richieste 2018). Per ottenere l'esonero occorre presentare la dichiarazione sostitutiva predisposta dall'Agenzia delle Entrate (sotto allegata) in cui gli over 75 dichiarano di possedere i requisiti richiesti. Per il 75enne che compie gli anni entro il 31 gennaio, l'agevolazione vale interamente per l'anno di riferimento, se invece festeggia il compleanno tra il primo febbraio e il 31 luglio l'esenzione vale solo per il secondo semestre.

Nel momento in cui le condizioni previste per beneficiare dell'esenzione permangono è possibile godere dell'agevolazione anche negli anni successivi, senza la necessità di presentare ogni anno la dichiarazione.

Domanda esenzione canone Rai over75

Viceversa se i requisiti mutano, perché ad esempio si superano i limiti di reddito previsti, occorre presentare una dichiarazione per comunicare la variazione intervenuta.

In questo caso la dichiarazione sostitutiva può essere:

  • trasmessa a mezzo PEC all'indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it;
  • consegnata all'ufficio territorialmente competente dell'Agenzia delle Entrate.

Esenzione canone Rai stabilita da convenzioni internazionali


L'ultima categoria di soggetti che beneficiano dell'esenzione del canone TV sono:

  • gli agenti diplomatici;
  • i funzionari e gli impiegati consolari;
  • i funzionari di organizzazioni internazionali;
  • i militari stranieri;
  • il personale civile di cittadinanza straniera, non residente in Italia, appartenente alle forze NATO stanziate in Italia.

Domanda esenzione canone Rai diplomatici e funzionari

Per i soggetti che hanno diritto all'esonero in virtù di convenzioni internazionali e che presentano l'apposita dichiarazione di esenzione predisposta dall'Agenzia delle Entrate (sotto allegata) il canone non viene addebitato sulla fattura dell'utenza di energia elettrica intestata al dichiarante o a un suo familiare, di cui bisogna comunicare nome, cognome e codice fiscale.

La dichiarazione può essere utilizzata anche per comunicare il mutamento dei presupposti che danno diritto all'esenzione, come la cessazione dall'incarico.

Essa deve essere presentata, unitamente a un documento d'identità, a mezzo plico raccomandato senza busta, all'Agenzia delle entrate - Ufficio Torino 1 - Sportello abbonamenti TV - Casella postale 22 - 10121 Torino.

Vai alla guida Canone Rai: tutto quello che devi sapere

Dichiarazione sostitutiva Canone Tv uso privato
Dichiarazione sostitutiva Canone Tv over 75
Dichiarazione sostitutiva Convenzioni Internazionali
(17/07/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Riforma processo civile: addio alle udienze inutili
» Le sentenze diventano tascabili
» Autovelox: multe tutte nulle
» L'infortunio in itinere
» Fatturazione elettronica: alcuni punti critici
Newsletter f g+ t in Rss