Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Ruffini: multe stradali subito esecutive, senza bisogno di cartella

La proposta del direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ruffini, per velocizzare la riscossione
vigile che mostra cartellino rosso

di Marina Crisafi - Rendere le multe stradali immediatamente esecutive ai fini della riscossione. È la proposta avanzata oggi dal direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, nel corso di un'audizione in commissione parlamentare per l'attuazione del federalismo fiscale, al fine di velocizzare i tempi della riscossione.

Trasformare le multe stradali in atti con immediata validità

Per ''efficientare e velocizzare l'attività di riscossione – ha spiegato Ruffini - occorre estendere alle sanzioni amministrative per le violazioni del codice della strada l'immediata validità dell'atto notificato all'ente, anche ai fini dell'esecuzione forzata a mezzo ruolo".

La soluzione prospettata dal direttore delle Entrate, in sostanza, consisterebbe nell'attuazione della medesima procedura applicata ai debiti previdenziali ed erariali. Così, le multe per violazione al codice della strada diventerebbero subito esecutive con gli atti di notifica emessi dagli enti creditori. L'Agenzia delle Entrate, invece, interverrebbe, "soltanto nella fase esecutiva, senza dover riprendere la notifica della cartella di pagamento". Cartelle che ogni anno, relativamente alle sanzioni amministrative stradali ammontano in media a 1,5 milioni.

(12/10/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss