Sei in: Home » Articoli

Corte Ue: il regolamento di Dublino si applica anche in caso di migrazioni eccezionali

Dublino III si applica senza eccezioni, per cui il richiedente asilo dovrà inoltrare richiesta di protezione internazionale nel paese di primo ingresso
barcone di migranti che ricevono soccorsi in mare

Avv. Luisa Foti - Con le sentenze del 26 luglio 2017 (Khadija Jafari e Zainab Jafari contro Bundesamt für Fremdenwesen und Asyl, A.S. contro Repubblica di Slovenia, Tsegezab Mengesteab contro Bundesrepublik Deutschland), la Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha deciso che il Regolamento di Dublino III - Regolamento (UE) n. 604/2013 - si applica senza eccezioni e anche in caso di crisi eccezionali dovute alle ondate migratorie: il richiedente asilo dovrà dunque inoltrare la richiesta di protezione internazionale nel paese di primo ingresso.

La decisione della Corte Ue

La Corte di Lussemburgo, in seguito ai vari rinvii pregiudiziali, ha stabilito che nonostante l'eccezionale crisi migratoria, deve essere rispettato il principio contenuto nel regolamento di Dublino e ha così rigettato il ricorso di alcuni cittadini siriani ed afgani che avevano inoltrato la domanda di asilo politico in paesi Ue ma non in quelli di primo ingresso.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Seguici anche su Facebook e iscriviti alla newsletter



(26/07/2017 - Luisa Foti) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Danno parentale: la nuova tabella di Milano
» Pedoni: multe fino a 100 euro per chi sosta in gruppo sui marciapiedi
» Le indagini del pubblico ministero
» Praticanti avvocati: da settembre le nuove regole
» Affido materialmente condiviso: una grossa opportunità per i nostri figli

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss