Sei in: Home » Articoli

Danni da crociera rovinata: come e quando chiederli

Il Giudice di pace di Torino ha precisato che il termine di prescrizione è di un anno dal giorno del rientro a casa
Valige in riva al mare

Avv. Isabella Vulcano - E' tempo di vacanze e di viaggi e, purtroppo, capita di rimanere delusi rispetto a quanto precedentemente concordato con il tour operator e – più frequentemente- con l'agenzia di viaggi dove è stato acquistato il pacchetto "all inclusive".

Di recente il Giudice di Pace di Torino (sent n. 2209/2017) ha precisato che il termine di prescrizione per richiedere il risarcimento da "vacanza rovinata" è generalmente di un anno che decorre dal giorno del ritorno a casa del turista.

Danni da vacanza rovinata: il Codice del Consumo

A tal proposito il Codice del Consumo prevede che, in realtà, in caso di vacanza rovinata pacchetto "all inclusive" il turista dovrà rivalersi non già nei confronti dell'agenzia di viaggi bensì nei confronti del tour operator in qualità di società organizzatrice della vacanza.

In realtà il termine di prescrizione per richiedere il risarcimento varia a seconda del tipo di danno subito.

Pensiamo, ad esempio, ad una crociera andata male a causa di una tappa di escursione saltata, oppure per lo smarrimento di un bagaglio o, più frequentemente, perché la location e i servizi non corrispondono a quanto illustrato nel depliant o, comunque, a quanto concordato dal turista.

· I termini di prescrizione per il risarcimento danni da vacanza rovinata

- 1 anno decorrente dal giorno di rientro a casa del turista in ipotesi di vacanza rovinata, cioè il danno derivante dall'aver perso l'occasione di riposarsi per disguidi legati all'organizzazione del viaggio;

· - 3 anni per i danni alla persona: pensiamo a un infortunio subito durante il viaggio a causa della mancanza di supporti (barriere architettoniche o simili) previste per legge. Il termine decorre dal giorno del rientro del turista;

· - 1 anno per danni riportati dalle cose trasportate;

· - 18 mesi per danni subiti dalle persone durante il trasporto.

Per quanto riguarda, invece, i danni da vacanza rovinata conseguenti al trasporto aereo, è prevista una prescrizione di due anni.

La richiesta di risarcimento danni da vacanza rovinata

La richiesta di risarcimento deve essere effettuata a mezzo racc a/r indirizzata al tour operator. A decorrere dalla ricezione della stessa, il termine di prescrizione previsto si interrompe e ricomincia un nuovo termine fino a una successiva ulteriore lettera raccomandata.

Leggi anche: Il risarcimento del danno da vacanza rovinata

Isabella Vulcano
Pagina Facebook: Avv. Isabella Vulcano
E-mail: i.vulcano@virgilio.it - Tel: 347.4345264
Indirizzo: Via E.Sorrentino 10, Rossano (Italia)
(30/06/2017 - Avv.Isabella Vulcano)
In evidenza oggi:
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza: unico reato
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Auto carica di bagagli? Multe fino a 338 euro
» Arriva il decreto dignità


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss