Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Sesso in auto con la prostituta: solo multa niente reato

Senza minori nelle vicinanze, scatta soltanto l'illecito civile
coppia che fa sesso in auto

di Marina Crisafi - Sesso in auto con la prostituta? Niente reato. Lo ha stabilito la Cassazione (con sentenza n. 24598/2017, sotto allegata) assolvendo un uomo dall'accusa di atti osceni.

La vicenda

L'uomo beccato in macchina con una squillo straniera impegnato in un rapporto "in ora notturna a bordo della propria vettura e sulla pubblica via" era stato condannato dai giudici di merito per il reato di cui agli artt. 110 e 527 c.p. a tre mesi di reclusione.

L'imputato ricorreva per cassazione contestando la ricostruzione dei fatti e negando la sussistenza dell'elemento soggettivo e il procuratore generale concludeva nel senso dell'annullamento senza rinvio perché il fatto non è previsto dalla legge come reato.

Atti osceni: niente minori niente reato

Gli Ermellini concordano, ricordando che è vero che il veicolo era parcheggiato su una strada pubblica, ma non in una zona abitualmente frequentata da minorenni. Per cui, non essendo emerso che l'episodio si fosse svolto "nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori", il fatto rientra nella depenalizzazione sancita col d.lgs. n. 8/2016 che prevede unicamente la sanzione amministrativa pecuniaria da 5mila a 30mila euro. Al prefetto, cui vengono trasmessi gli atti, il compito di stabilire l'importo della multa.

Cassazione, sentenza n. 24598/2017
(30/05/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Arriva il Codice dei diritti degli animali
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Stop a Sim con servizi attivati e non richiesti
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss