Sei in: Home » Articoli

Monete da 1 e 2 centesimi: addio definitivo da gennaio

Approvato dalla commissione bilancio della Camera l'emendamento che prevede lo stop del conio delle monetine
portamonete con pochi centesimi di euro

di Marina Crisafi - Addio definitivo dal primo gennaio 2018 alle monetine da 1 e 2 centesimi di euro. La misura introdotta come emendamento alla manovra nei giorni scorsi ha ricevuto infatti il via libera dalla commissione bilancio della Camera.

Leggi: Manovra: dal 2018 addio alle monete da 1-2 cent

Dal prossimo anno dunque sarà sospeso il conio delle monetine ma quelle vecchie potranno continuare a circolare.

Il risparmio derivante dall'applicazione della norma andrà al fondo per l'ammortamento dei titoli di Stato.

Codacons: porterà rincari selvaggi

La misura non convince affatto i consumatori, secondo i quali lo stop alle monetine porterà soltanto a una serie di rincari.

"L'addio alle monete da 1 e 2 centesimi darà vita ad arrotondamenti selvaggi dei prezzi al dettaglio con conseguente incremento dei listini, e il previsto monitoraggio da parte del Garante dei prezzi non servirà assolutamente a nulla" scrive infatti il Codacons, in una nota a firma del presidente Carlo Rienzi.

Già quando vi fu il passaggio dalla lira all'euro, ricorda Rienzi, "abbiamo avuto prova di come le leggi che regolavano gli arrotondamenti siano state violate in modo sistematico da esercenti, commercianti e professionisti, e i prezzi al dettaglio siano stati tutti modificati verso l'alto, determinando una stangata media da 'changeover' pari a 1.505 euro a famiglia nell'anno dell'introduzione della nuova valuta".

Nessun dubbio, dunque, sul fatto che "l'eliminazione dei centesimi, pur in presenza di regole per l'arrotondamento, darà sfogo ad aggiustamenti dei listini al rialzo e a rincari selvaggi a danno delle famiglie – conclude il presidente Codacons - perché il Governo non è in grado di controllare i prezzi né sanzionare gli speculatori".

(27/05/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Avvocati: cosa non va detto al collega per non rischiare una sanzione
» Telefonino alla guida: al vaglio il ritiro della patente
» Usura e restituzione degli interessi del mutuo
» Malattie professionali: quali sono riconosciute dall'Inail
» Fisco pignora 300mila euro: Codacons a rischio chiusura

Newsletter f g+ t in Rss