Sei in: Home » Articoli

ResponsabilitÓ medica: il nuovo fondo per il risarcimento dei pazienti

Con la riforma Gelli il risarcimento Ŕ garantito rispetto a massimali incapienti, insolvenza o liquidazione coatta delle compagnie, assenza di assicurazione
medici seri con file dietro di sedie e una caduta simboleggiante danno

di Valeria Zeppilli ľ Il Ddl Gelli, dopo aver affrontato un lungo e articolato iter parlamentare, Ŕ divenuto legge con l'approvazione definitiva della Camera dei deputati giunta il 28 febbraio 2017 (vedi testo allegato). Il mondo della responsabilitÓ medica si Ŕ vestito, quindi, di un nuovo abito, per molti aspetti profondamente diverso rispetto a quello indossato sinora (leggi: "ResponsabilitÓ medica: la riforma Ŕ legge"). 

Una novitÓ molto interessante e un po' sottovalutata Ŕ rappresentata dall'istituzione di un Fondo di garanzia per i pazienti danneggiati dalla malasanitÓ.

Il Fondo di garanzia

Tale Fondo, nella sostanza, andrÓ a garantire i danni derivanti da responsabilitÓ sanitaria tutelando i pazienti e il loro diritto al risarcimento anche dinanzi alle ipotesi in cui i massimali assicurativi siano di importo inferiore rispetto all'ammontare agli stessi dovuto o a quelle in cui la struttura sanitaria o il medico siano assicurati presso un'impresa in stato di insolvenza o di liquidazione coatta amministrativa o, peggio ancora, non siano assicurati.

Il Fondo sarÓ alimentato attraverso il versamento, da parte delle imprese assicuratrici, di un contributo annuale.

Regolamento in arrivo

Per maggiori dettagli sul Fondo occorre tuttavia attendere il regolamento che il Ministero della salute dovrÓ adottare con decreto entro centoventi giorni dall'entrata in vigore della Legge Gelli, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico e con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentite la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano e le rappresentanze delle imprese di assicurazione.

SarÓ infatti il regolamento che definirÓ sia la misura del contributo che le imprese autorizzate all'esercizio delle assicurazioni dovranno versare, sia le modalitÓ di tale versamento, sia i principi che dovranno ispirare la convenzione tra il Ministero della salute e la CONSAP Spa, sia infine le modalitÓ di intervento, il funzionamento e il regresso del Fondo di garanzia nei confronti del responsabile del sinistro.

DDL Gelli testo approvato
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed Ŕ dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche ľ Diritto del lavoro presso l'UniversitÓ 'G. D'Annunzio' di Chieti ľ Pescara
(10/03/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Biotestamento: Ŕ legge
» Addio animali nei circhi: entro un anno le norme
» A che etÓ si pu˛ andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Spese straordinarie per i figli: il vademecum
» Pignoramento del Tfr: cos'Ŕ e limiti


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF