Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Bollo auto: si può pagare con bancomat ma costa di più

Il Tar ha sospeso la decisione dell'Antitrust sul servizio Bollonet Aci. Torna in vigore il vecchio regime
uomo dubbioso circondato da punti interrogativi

di Marina Crisafi - Vittoria (almeno per il momento) per l'Aci che ha ottenuto dal Tar la sospensione della decisione dell'Antitrust sul pagamento del bollo auto con bancomat e carta di credito. Si torna dunque al vecchio regime, con la possibilità di saldare l'imposta con mezzo elettronico, previo pagamento di un surplus.

Proprio tale costo aggiuntivo era stato oggetto della sanzione del Garante che aveva multato l'Aci (per 3 milioni di euro) per le commissioni scaricate sugli automobilisti che pagavano il bollo con carta di credito o bancomat attraverso il servizio Bollonet (leggi:"Bollo auto: in arrivo i rimborsi per chi pagato con bancomat e carta di credito").

Ma ora il Tribunale Amministrativo del Lazio ha accolto la richiesta di sospensiva del club automobilistico avverso la decisione dell'Agcm, rinviando la discussione nel merito al prossimo 6 dicembre.

Sino ad allora, dunque, gli automobilisti potranno di nuovo saldare il bollo con i mezzi elettronici pagando le commissioni aggiuntive. Ossia, oltre all'importo fisso di 1,87 euro in più per ogni bollo, anche l'ulteriore esborso dell'1,2% della somma totale versata per i pagamenti effettuati con carta e di 20 centesimi in caso di uso del bancomat.

Soddisfazione per l'accoglimento della sospensiva da parte dell'Aci che, fa sapere in una nota, "attende con serenità il giudizio di merito, nella consapevolezza della correttezza del proprio operato".

I costi richiesti all'utenza - precisa il club - "sono sempre stati ad esclusiva copertura dei costi vivi dei servizi bancari per i pagamenti con carte di credito, adottando lo stesso modus operandi utilizzato da gran parte delle amministrazioni pubbliche che offrono servizi di pagamento online". Né, peraltro, conclude la nota, "all'Aci sarebbe stato possibile operare altrimenti, in ragione del suo ruolo di Ente pubblico, mero riscossore di un tributo per conto delle Regioni".

(29/01/2017 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Bollette gas: dal 1° gennaio prescrizione ridotta a 2 anni
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Gratuito patrocinio: se il ricorso inammissibile addio compenso all'avvocato

Newsletter f g+ t in Rss