Sei in: Home » Articoli

È possibile guidare con le lenti a contatto?

Il codice della strada parla in generale di lenti e non di occhiali
donna con occhiali spessi alla guida

E' possibile guidare con le lenti a contatto? La risposta è positiva. 

La norma che disciplina l'uso di strumenti di correzione della vista durante la guida è contenuta, al pari delle altre previsioni che si occupano in generale della circolazione sulle pubbliche vie, nel codice della strada

Il codice della strada

Ad occuparsene, in particolare, è l'articolo 173 il quale prevede l'obbligatorietà dell'utilizzo di lenti durante la guida se, in sede di rilascio o di rinnovo della patente o del certificato di idoneità alla guida, il medico prescrive l'integrazione di difetti alla vista mediante tali strumenti. Se alla successiva visita il difetto risulta migliorato, si può essere esonerati da un simile obbligo.

L'obbligo di guida nella patente

Per garantire l'effettività dell'obbligo, la prescrizione del medico è riportata sulla patente di guida ed emerge, quindi, anche da un semplice controllo da parte di polizia, carabinieri o altre forze dell'ordine.

Mentre in passato esso era identificato con il simbolo degli occhiali apposto sul documento, oggi è necessario guardare ai codici sul retro della tessera.

Generalmente si inserisce il codice 01, relativo in generale alla correzione della vista e/o alla protezione degli occhi.

In realtà, sussiste una serie di sottocodici (raramente utilizzati) più specifici, ovverosia 01.01 (occhiali), 01.02 (lenti a contatto), 01.03 (occhiali protettivi), 01.04 (lente opaca), 01.05 (occlusore oculare), 01.06 (occhiali o lenti a contatto).

Occhiali o lenti?

L'utilizzo generale del codice 01, tuttavia, genera in capo a molti di coloro ai quali è richiesta la guida con lenti la falsa convinzione di non poter utilizzare le lenti a contatto o, se proprio non possono farne a meno, di doversi per forza premunire di occhiali da vista da tenere sempre in auto e sfoggiare al bisogno per sopperire a una presunta inadempienza.

Che si tratti di una convinzione falsa lo si capisce semplicemente leggendo il codice della strada. Non a caso sopra, nel riportare il contenuto dell'articolo 173, si è fatto riferimento alle lenti: è infatti il decreto legislativo numero 285/1992 che usa tale termine e non il termine occhiali.

Ciò vuol dire che l'obbligo di correggere la vista quando si è alla guida può essere rispettato attraverso qualsiasi tipo di lente utile a tal fine: sia che essa sia montata su degli occhiali, sia che si tratti di lenti a contatto.

Consigli pratici

Il problema di utilizzare le lenti a contatto non è quindi di carattere giuridico ma, semmai, di carattere pratico: se c'è un controllo attento e dettagliato delle autorità, fornire la prova di indossare le lenti a contatto è più complesso del fornire la prova di indossare gli occhiali. Ecco quindi perché alcuni consigliano di tenere degli occhiali da vista di riserva in auto: se si rende necessario togliersi le lenti, in questo modo almeno si potrà proseguire la guida in maniera sicura, tranquilla e a norma.



Suggerisci un nuovo argomento per la rubrica: domande e risposte
Rubrica Domande e Risposte

(03/11/2016 - Domande e Risposte) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Pedoni: multe fino a 100 euro per chi sosta in gruppo sui marciapiedi
» Gratuito patrocinio: l'indennità di accompagnamento non è reddito
» La chiusura delle indagini preliminari
» Fatturazione elettronica: nessun obbligo per le piccole partite Iva
» Rinnovo porto d'armi difesa personale

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss