Sei in: Home » Articoli

Case all'asta: imposte "tagliate" fino a giugno

La proroga della tassazione agevolata è una delle diverse "limature" apportate alla manovra
banditore che batte all'asta l'immobile

di Valeria Zeppilli - Fino al 30 giugno 2017 sarà possibile beneficiare della tassazione agevolata sulle compravendite di immobili a seguito di aste giudiziarie. E' quanto prevede la legge di bilancio (la cui bozza è qui sotto allegata) dalla quale emerge, infatti che l'imposta in misura fissa di duecento euro, sostitutiva di quelle di registro, ipotecarie e catastali, introdotta dal dl banche (per approfondimenti leggi: "Più facile acquistare immobili all'asta: tagliata l'imposta di registro") resterà per sei mesi in più del previsto.

Ad essere modificati, a seguito delle limature dell'ultima ora apportate alle manovra per il prossimo anno, saranno anche i tempi di "accesso" nella nuova abitazione. I due anni entro i quali l'acquirente deve trasferire l'immobile per non decadere dal beneficio dell'imposta agevolata e pagare gli interessi di mora e la sanzione amministrativa passeranno, infatti, a cinque.

Le altre novità

Tra le altre novità contenute nel testo che in questi giorni passerà all'esame del Parlamento, rilevano anche la proroga dei superammortamenti alle imprese, le frequenze Tlc, il canone Rai e diverse misure microsettoriali.

Con riferimento ai beni strumentali, la loro consegna, per poter godere dei benefici fiscali dei super ammortamenti al 140% e degli iper ammortamenti al 250%, dovrebbe spostarsi dal 30 giugno al 30 settembre 2018, sempre però purché l'ordine sia stato accettato entro la fine del 2017 e sia stato pagato entro il medesimo termine il 20% a titolo di acconto. Vengono inoltre individuati con criteri dettagliati i soggetti che dovranno rilasciare la perizia giurata per i beni di valore superiore a 500mila euro.

Nella bozza si fa chiarezza sull'asta delle frequenze TLC, dalla quale si spera di fare cassa, e si introduce l'aliquota al 5% sui servizi di trasporto marittimi, lagunari, fluviali e lacuali.

Si prevede, poi, un sostegno di 648 milioni per il quinquennio 2017/2021 per le fusioni e le ristrutturazioni bancarie al fine di accompagnare gli esuberi verso il pensionamento e una serie di altri "ammortizzatori".

La bozza contiene inoltre la previsione di diverse misure microsettoriali, come lo stanziamento di 97 milioni per il progetto golfistico Ryder Cup 2022 o quello di 200 milioni per il dialogo con i paesi africani.

Il canone Rai dovrebbe essere ridotto da 100 a 90 euro e la TV di Stato dovrebbe restare fuori dallo spending review.

Con riferimento all'Ilva, invece, l'azienda che si aggiudicherà gli asset messi in vendita dovrà restituire i 300 milioni di finanziamento entro 60 giorni dalla data in cui la cessione definitiva dei complessi aziendali diverrà definitiva e, nonostante quest'ultima, i commissari straordinari continueranno le attività esecutive e di vigilanza ambientale.

Alcuni provvedimenti mirano, infine, a incentivare il ritorno dei cervelli e a creare un regime fiscale vantaggioso per chi intende trasferire la residenza in Italia dopo almeno dieci anni trascorsi all'estero.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed � dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche � Diritto del lavoro presso l'Universit� 'G. D'Annunzio' di Chieti � Pescara
(28/10/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Reato per la madre che non fa vedere i figli al padre
» Anas cerca avvocati penalisti
» La sospensione condizionale della pena
» Anas cerca avvocati penalisti
» Successioni: dal 1 gennaio 2019 solo online

Newsletter f g+ t in Rss