Sei in: Home » Articoli

Ddl: fino a 6 anni di carcere per chi "predica l'odio" in nome di Allah

Presentata la proposta di legge per l'introduzione del reato di integralismo islamico
cartello allah o inferno concetto fondamentalismo islamico

di Marina Crisafi - Punire col carcere fino a 6 anni chiunque predichi l'odio nel nostro Paese, in nome di Allah. È questo il fine del disegno di legge appena presentato alla Camera dalla leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, per introdurre il reato di integralismo islamico. Una battaglia tesa non già a "minare la libertà religiosa, ma – a prevedere una - norma che ha come finalità unica il garantire la sicurezza di chi vive in Italia" ha spiegato la stessa Meloni nella conferenza stampa di presentazione a Montecitorio. "Disinnesca l'odio, una legge per punire chi aiuta i terroristi" è la frase stampata sui volantini diffusi alla stampa, con un'immagine di candelotti di dinamite pronti ad esplodere allo scadere del timer.

"L'atroce massacro di Dacca – secondo la Meloni – ha rappresentato per tutti una brutta doccia fredda: ha sfatato alcuni miti cari al buonismo, cioè che l'integralismo islamico è legato alla povertà. I terroristi di Dacca sono persone colte, persone benestanti, come lo era Bin Laden". A quello sono seguiti i fatti di cronaca a Nizza. Per l'ex ministro, ciò dimostra che il fenomeno del fondamentalismo "è inserito nella cultura islamica. Alla base del problema c'è una specifica ideologia, mescolata a una base religiosa".

A tal fine, il ddl, composto da un solo articolo, propone di rendere perseguibile penalmente qualsiasi propaganda o predicazione, purché indirizzata "o comunque tale da mettere in pericolo la pubblica incolumità" e questa specificazione, secondo i promotori basterebbe a "non assimilare il nuovo reato ad alcuna ipotesi di reato di opinione''.

Ecco in sintesi cosa prevede la proposta:

Il nuovo reato

L'articolo unico della proposta mira, in particolare, ad introdurre nel codice penale il nuovo art. 270-septies, che punisce con la reclusione da 4 a 6 anni ''chiunque, al fine di o comunque in maniera tale da mettere in concreto pericolo la pubblica incolumità, propugna o propaganda idee dirette a sostenere sotto qualsiasi forma l'applicazione della pena di morte per apostasia, omosessualità, adulterio o blasfemia; l'applicazione di pene quali la tortura, la mutilazione e la flagellazione; la negazione della libertà religiosa; la schiavitù, la servitù o la tratta di esseri umani''.

Nel caso di schiavitù, la pena è aumentata se la condotta si riferisce a donne o minori.

Pene anche per chi aiuta

La punibilità inoltre è estesa anche a coloro che erogano, raccolgono o mettono a disposizione "beni o denaro, destinati a essere in tutto o in parte utilizzati per sostenere organizzazioni che svolgono, anche nell'ambito di luoghi di culto, attività dirette" a commettere il reato di integralismo islamico.

È punito, infine, con il carcere da 3 a 5 anni chiunque riceva da uno Stato, un'organizzazione o un soggetto straniero, "beni o denaro destinati a essere in tutto o in parte utilizzati" al fine di realizzare il reato.

(18/07/2016 - Marina Crisafi) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Preavviso di licenziamento e dimissioni: durata, conseguenze e fac-simile
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Processo civile telematico: attenzione a come si deposita la sentenza impugnata in Cassazione!
» Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti
In evidenza oggi
Udienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimoUdienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio è illegittimo
Addio riparazione per lo stalkingAddio riparazione per lo stalking

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF