Sei in: Home » Articoli

NOTIFICHE di atti - UNEP di Bressanone scrive a Studio Cataldi - Proposta (di legge) giacente

senato id8482
PAOLO PESA, Ufficiale Giudiziario di Bressanone, ci scrive una graditissima lettera sulla questione - tempi biblici nelle notificazioni di cui alla news del 9 mar '11 che trovate riportata in calce: "Buongiorno, ringrazio innanzitutto per lo spazio e l'attenzione concessimi. Sono anche io un Ufficiale Giudiziario, e a mia volta non posso che concordare con Lei. Il collega 'granalbe' mi ha preceduto, affermando concetti che sono più che evidenti e che faccio miei: inutile nascondersi dietro la mancanza di strumenti (da parte degli UG) e di mancanza di tempo per affrontare il problema in modo organico (da parte dei politici). Da tempo giace (letteralmente!) in Senato una proposta di legge che, approvata, darebbe al nostro Paese il giusto strumento per ottenere la concreta, immediata e funzionale operatività all'applicazione del diritto (spesso ottenuto, solo sulla carta, dopo anni e anni di rinvii, difficoltà burocratiche di ogni genere, ecc.). Tanti UG non auspicano altro che di poter lavorare con dignità e professionalità: ma serve un impegno politico concreto, anche da parte dell'avvocatura.
Paolo Pesa Ufficiale Giudiziario" - E noi, caro Paolo, come puoi constatare de visu, siam qua. A presto su questi schermi! E sul form qui sotto, bello e ammiccante per recepire le Vostre considerazioni sulla proposta ...giacente (non indecente). vai alla nostra news precedente
(21/03/2011 - Avv.Paolo Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF