Sei in: Home » Articoli

Ciascuno a suo agio: al via il piano casa per i giovani torinesi

Dal 7 settembre i giovani torinesi che decidono di lasciare casa per andare a vivere per conto proprio potranno ottenere un prestito fino a 3500 euro che dovranno restituire entro tre anni senza il pagamento di interessi, grazie ad un fondo rotativo istituito dal capoluogo piemontese. Il progetto C.A.S.A., acronimo di Ciascuno A Suo Agio, è stato predisposto dal Settore Politiche Giovanili della Città di Torino ed entrerà nella fase operativa a settembre. Si indirizza ai giovani tra i 20 e i 30 anni residenti a Torino al fine di sostenere la ricerca di autonomia concretamente.
Il progetto della Città, che è rivolto ai giovani tra i 20 e i 30 anni residenti a Torino da almeno un anno, intende favorire e sostenere la ricerca di autonomia dei giovani con strumenti concreti. Prevede, infatti, l'istituzione di un Fondo rotativo da destinare a chi ha deciso di metter su casa, cercandola nel mercato privato della locazione, e si trova a dover affrontare le prime spese legate all'affitto di un alloggio. Per poter usufruire delle agevolazioni, il giovane dovrà presentare alla Città il contratto di affitto registrato e cambiare la residenza anagrafica nel nuovo alloggio.
(27/07/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietà post-coniugale
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
In evidenza oggi
Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metriCiclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospettoMulta di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF