Sei in: Home » Articoli

Cassazione: va assolta madre che impedisce al marito di vedere il figlio senza atteggiamenti fraudolenti

Con la sentenza n. 23274, la corte di cassazione ha stabilito che non integra la fattispecie di reato rpevista dall'388, comma 2, c.p. (concernente l'elusione di un provvedimento del giudice relativo all'affidamento di minori) la madre affidataria che, senza adottare atteggiamenti fraudolenti, non permette al marito di vedere il figlio. Pur in presenza di un decreto del giudice dei minori che, nell'attribuire l'affidamento del figlio alla madre riconosceva il diritto del padre di vederla due volte a settimana, la donna è stata prosciolta giacché, secondo la Corte, l'elusione del provvedimento del giudice non può essere equiparato ad inadempimento del provvedimento stesso: è infatti necessario che il genitore si sottragga all'obbligo con atteggiamenti fraudolenti.
In questo caso si tratterebbe di mera inosservanza dell'obbligo. Dalla parte motiva della sentenza che conferma un orientamento prevalente della giurisprudenza delle sezioni semplici, si legge infatti che “in materia di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento dei giudice, ai fini della configurazione del reato di cui all'art. 388, comma 2, c.p. concernente l'elusione di un provvedimento del giudice relativo all'affidamento di minori, il concetto di elusione non può equipararsi puramente e semplicemente a quello di inadempimento, occorrendo, affinché possa concretarsi il reato, che il genitore affidatario si sottragga con atti fraudolenti o simulati, all' adempimento del suo obbligo di consentire le visite del genitore non affidatario, ostacolandole, appunto, attraverso comportamenti implicanti un inadempimento in mala fede e non riconducibile a una mera inosservanza dell'obbligo”. Nella fattispecie esaminata dalla Corte la donna aveva dato una sua giustificazione ma sulla sua versione dei fatti la Corte di appello aveva omesso di fare le dovute verifiche limitandosi ad equiparare l'elusione con l'inadempimento.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/06/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF