Sei in: Home » Articoli

Cassazione: scattano le manette per i genitori bacchettoni! Anche un solo schiaffo dato al figlio reato

La Cassazione ha detto stop ai metodi educativi da bacchettoni. Ed avverte i genitori: basta un solo schiaffo dato al figlio per far scattare le manette. La decisione della quinta sezione penale della Corte che fa notare come anche l'isolato ceffone ''quando sia vibrato con tale violenza da cagionare pericolo di malattia e' sufficiente a fare avverare l'ipotesi criminosa prevista dall'art. 571 c.p.'' relativa all'abuso dei mezzi di correzione. Mamma e pap dunque sono avvertiti. Tenete le mani a posto. E i giudici di piazza Cavour ricordano, a chi abituato ad usare le mani con i figli, che lo stesso reato puo' essere applicato anche ''in presenza della pratica di lievi percosse'' come i calci nel sedere e con le ''tirate di capelli''. Sulla scorta di tale principio la Corte (sentenza n. 2100/2010) ha confermato una condanna per abuso dei mezzi di correzione inflitta dai giudici di merito ad un padre che era abituato a riprendere i suoi due figli con schiaffi e calci nel sedere. Gi la Corte d'Appello di Bologna nel condannare il padre manesco aveva affermato che il reato previsto dall'art. 571 c.p. sussiste anche in presenza di un solo episodio.
Altre informazioni su questa sentenza
(19/01/2010 - Roberto Cataldi)
Le pi lette:
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato pu anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se pu trovarsi un lavoro
In evidenza oggi
Divorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altroDivorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altro
Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema CorteCome si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF