Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Preside rispetti insegnanti. Stop alle mortificazioni ai prof

Il Preside deve rispettare gli insegnanti e non può permettersi di utilizzare espressioni che ne mortificano la dignità. Questa volta una vera e propria tirata d'orecchie ai dirigenti scolastici arriva dalla Corte di Cassazione che ha detto stop a certi atteggiamenti assunti nei confronti dei prof. Secondo la Cassazione (sentenza 21/2010) non si può invocare lo 'ius corrigendi' se, nel riprendere un insegnante, si fa ricorso ad "espressioni che trascendono i limiti della correttezza o siano foriere di tratti destinati a mortificare la dignita' e il rispetto della dignita' umana". Con questa motivazione è stata confermata una condanna per minaccia inflitta ad un preside che nel riprendere una insegnante le aveva detto "la faro' piangere tutta la vita". Queste parole secondo gli Ermellini "attestano la volonta' di turbare la liberta' psichica della professoressa, limitandone la liberta' morale".
Altre informazioni su questa sentenza
(09/01/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le chat su WhatsApp valgono come prova
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Avvocati: i termini di decadenza dei contributi alla Cassa Forense
» Scuola: anche gli avvocati in coda per fare i supplenti
In evidenza oggi
Multe stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartellaMulte stradali non notificate: ricorso entro 30 giorni dalla cartella
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF