Sei in: Home » Articoli

Matrimoni: Piemonte, 160 cause di nullità al tribunale ecclesiastico nell'anno 2008

Secondo quanto si apprende dai dati diffusi dalla relazione del Vicario Giudiziale, don Ettore Signorile in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario del Tribunale Ecclesiastico Regionale Piemontese, sarebbero circa 160 le cause di nullità di matrimonio decise in primo grado dal Tribunale Ecclesiastico regionale nell'anno appena trascorso, contro le 134 del 2007. Tribunale Ecclesiastico Regionale Piemontese, l'ente che ha diffuso i dati, si estende alle 17 diocesi di Piemonte e Valle d'Aosta come tribunale di prima istanza e anche alle 7 della Liguria come tribunale di Appello. ”Occorre sottolineare – ha dichiarato don Signorile - l'assenza di incrementi significativi delle cause di nullità rispetto agli anni precedenti, nonostante il vertiginoso aumento delle separazioni coniugali e dei divorzi civili in tutta la regione'', sarebbero, infatti più di sei mila i procedimenti di separazione consensuale, quattro mila circa relative al divorzio congiunto, due mila separazioni e più di mille divorzi giudiziali tra il periodo di luglio 2007 fino a giugno 2008. Per quanto riguarda poi la durata dei processi i dati dimostrano che il 2007 è stato un anno che ha visto la diminuzione delle cause concluse: 290 rispetto alle 302 dell'anno 2006. Nel 2008 invece i processi conclusi sarebbero 282. “I risultati sono confortanti, anche se occorre vincere ancora i ritardi nel deposito delle perizie, delle difese dei patroni e della parte pubblica, nonché nella stesura delle sentenze, tutte cose che prolungano impropriamente la durata complessiva delle cause.
La stragrande maggioranza delle cause di secondo grado viene confermata con decreto con una media di 115 giorni e il 70% delle cause di primo grado dura meno di due anni, con una media di 540 giorni”, ha concluso il Vicario Don Signorile.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/03/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF