Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Moglie bisex tradisce? Perde il mantenimento anche se il marito è violento

Anche di fronte a gesti di inaccettabile violenza del partner il tradimento bisex viene considerato più grave ai fini dell'addebito della separazione. Sempre che la violenza sia stata il frutto di una reazione alla scoperta del tradimento. Secondo la Cassazione, dunque, se una moglie bisex è infedele, perde l'assegno di mantenimento anche se dimostra che il suo ex marito l'ha picchiata. Nel caso esaminato dalla Corte la donna aveva intrapreso una relazione extraconiugale con un uomo e con la rispettiva moglie. Il marito dopo aver scoperto il menage a trua aveva reagito in modo violento. In primo grado il Tribunale aveva addebitato a lui la colpa della separazione proprio perchè aveva ritenuto inammissibile la violenza del marito.
Successivamente la corte d'Appello e ora anche la Cassazione (sentenza 1734/2008) hanno ribaltato il verdetto affermando che la violenza del marito sarebbe giustificabile come reazione al tradimento inusuale della moglie.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/01/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF