Sei in: Home » Articoli

Cassazione: offrire uno spinello a un amico? A volte è reato

La Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. 36876/2008) ha stabilito che è reato (traffico illecito di sostanze stupefacenti) anche il solo fatto di offrire uno spinello a un amico. Gli Ermellini hanno infatti precisato che "in tema di consumo di gruppo di sostanza stupefacente, questa Corte ha affermato che, perché una tale ipotesi possa ritenersi riscontrata, 'occorre che la sostanza sia stata acquistata da uno dei componenti il gruppo su preventivo mandato degli altri, in vista della futura ripartizione, ed attraverso una partecipazione di tutti alla predisposizione dei mezzi finanziari occorrenti, di talché possa affermarsi che l'acquirente agisca come 'longa manus' degli altri e che il successivo frazionamento della sostanza acquisita sia solo una operazione materiale di divisione senza trasferimento dall'uno all'altro valore'".
"La condotta di un soggetto – prosegue la Corte -, acquirente di sostanze stupefacenti può ritenersi non punibile, perché finalizzata al consumo di gruppo, solo quando possa accertarsi che gli altri componenti del gruppo abbiano avuto, fin dall'origine – e cioè fin dal momento dell'acquisto – quell'autonomo potere di fatto sulla cosa in cui si sostanzia la detenzione, con la conseguenza che, in mancanza, l'acquirente deve considerarsi l'unico originario detentore e che la successiva consegna si configura come una cessione principale".
(30/09/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF