Sei in: Home » Articoli

Sanità: Ministero condannato a risarcimento danni per trasfusione sangue infetto

Il Tribunale di Palermo ha condannato il ministero della Salute a risarcire il danno subito da uomo a seguito di trasfusione di sangue infetto. A seguito della sentenza il Ministero dovrà ora versare 238.590 euro oltre gli interessi ai familiari dell'uomo che nel frattempo è deceduto. La vicenda risale al 1988 quando a seguito di un ricovero per un ictus cerebrale fu eseguita una trasfusione a seguito della quale il paziente ha contratto una grave forma di cirrosi epatica dovuta al virus dell'epatite C. La patologia è stata dignosticata dopo circa 10 anni a seguito di un nuovo ricovero.
Subito dopo l'avvio dell'azione giudiziaria per il risarcimento del danno. Il ministero - si legge nella sentenza di condanna - "ha colposamente omesso di vigilare sulla sicurezza del sangue e degli emoderivati e non si e' attivato allo scopo di evitare il rischio delle infezioni virali insite nella pratica terapeutica della trasfusione".
(29/09/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
» Gli avvocati non crescono più
» Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF