Sei in: Home » Articoli

Falsa denuncia di smarrimento assegno e reato di calunnia

Chi dichiara falsamente a un pubblico ufficale di aver smarrito un assegno, consegnato invece a un?altra persona, rischia l?inscriminazione per il reato di calunnia. Lo ha stabilito la Sesta Sezione Penale della Corte di Cassazione (sent. 16 settembre 2002) precisando che,in tale evenienza, la falsa dichiarazione di aver smarrito un assegno simula ai danni del prenditore del titolo il reato di furto o di ricettazione anziché, eventualmente, quello di appropriazione indebita di cosa smarrita.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/11/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF