Sei in: Home » Articoli

Cassazione apre ai gay, gli omosessuali vanno tutelati

La Prima sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n.16417/2007) ha voluto affermare il diritto di tutti a vivere senza condizionamenti ed ha stabilito che "l'omosessualita' va riconosciuta in quanto espressione del diritto alla realizzazione della propria personalita'".
Nella Sentenza la Corte si è occupata del caso di un senegalese gay che chiedeva di non essere espulso perché nel suo paese l'omosessualità è punita con la reclusione.
La Corte, non ha deciso il caso non avendo ritenuto sufficiente come prova della omosessualità la semplice iscrizione a delle associazioni omosessuali subito dopo il suo ingresso in Italia. Tuttavia la Corte ha preso ugualmente posizione sulla delicata questione concordando con il giudice di merito laddove aveva sostenutoche che l'omosessualita' va riconosciuta "come condizione dell'uomo degna di tutela, in conformita ai precetti costituzionali".
I Giudici di Piazza Cavour hanno sottolineato che detto assunto è pienamente "condivisibile" giacché "la liberta' sessuale va intesa anche come liberta' di vivere senza condizionamentie restrizioni delle proprie preferenze sessuali, in quanto espressione del diritto alla realizzazione dellla propria responsabilita' tutelato dall'art. 2 della Costituzione".

In cronaca:
Si baciavano al Colosseo, coppia gay portata in caserma
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/08/2007 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Gli eredi legittimi: chi sono e quale è la differenza con i legittimari
» Colpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
In evidenza oggi
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
L'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziarioL'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF