Sei in: Home » Articoli

Apparecchiature di rilevamento Photored? E' necessaria l'omologazione

Con la sentenza in oggetto, il Giudice di Pace di Taranto, Dott. Carmine CORRADO conferma la necessità della omologazione delle apparecchiature di rilevamento automatico delle infrazioni, nella fattispecie del PHOTORED F 17, uniformandosi, in tal modo, all?orientamento consolidato della giurisprudenza di merito e di legittimità. Con questa sentenza, infatti, il dott. Corrado richiama, tre le altre produzioni normative, il decreto n. 1330 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il quale all?art. 2 prevede l?utilizzazione del dispositivo in modalità automatica con l?osservanza delle prescritte condizioni necessarie a garantire l?esatto funzionamento. Il successivo art. 3 del predetto decreto prescrive, inoltre, che le amministrazioni che utilizzano documentatori fotografici di infrazione al semaforo rosso in maniera automatica sono tenute a fare eseguire verifiche ed eventuali tarature dell?apparecchiatura con cadenza almeno annuale da effettuarsi presso appositi centri SIT così come previsto dalla legge 11.08.1991 n. 273. Solo ed esclusivamente tali centri, pertanto, sono autorizzati al rilascio di un apposito certificato di taratura che, secondo le norme UNI 30012 deve contenere i dati completi identificativi sia dell?ente che emette il certificato che dello strumento tarato. E? ben noto che, in assenza di idonea procedura di taratura, il funzionamento di qualsiasi apparecchiatura elettronica risulta assolutamente inattendibile e non idoneo a provare la fondatezza dell?accertamento amministrativo.
Leggi il testo della sentenza
(09/11/2006 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» Fermo amministrativo: la giurisdizione
» Obbligare la moglie a discutere è reato
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF