Sei in: Home » Articoli

Accesso ai dati personali e diritti degli interessati

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter 2/8 maggio 2005) ha precisato che quando l'interessato chiede di accedere ai dati personali che lo riguardano, non è tenuto a indicare specificamente in quali atti o documenti essi sono contenuti e che, chi gestisce la banca dati, deve comunicare, in modo intelligibile, tutte le informazioni in suo possesso anche se lo stesso non è tenuto a esibire o rilasciare copia di atti o documenti che li contengono. L'Autorità ha inoltre precisato che, ai sensi dell'art. 10 del Codice, il titolare del trattamento deve agevolare l?accesso ai dati da parte dell?interessato, anche attraverso un'accurata selezione informatizzata. Con questa decisione il Garante della privacy ha accolto un ricorso in materia di accesso ai dati personali detenuti da un datore di lavoro e inerenti all?attività lavorativa prestata da un dipendente.
(08/06/2005 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Inammissibile il ricorso? Cassazione condanna il difensore in proprio al pagamento delle spese legali
» È lecito girare nudi per casa?
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
In evidenza oggi
Vittima di violenza sessuale: l'avvocato è sempre gratisVittima di violenza sessuale: l'avvocato è sempre gratis
Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoroSeparazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF