Sei in: Home » Articoli

Violenza sulle donne. Il coraggio di una ventenne che trascina il suo aggressore per i capelli e lo conduce alla polizia

Mentre si trovava vicino a una fermata del treno un uomo le si era avvicinato per molestarla.
Una donna che fa un gesto per dire basta
Si chiama Pradnya, ed è solo una ragazza  indiana di vent'anni  che ha dimostrato però di avere un coraggio encomiabile.

Mentre si trovava vicino a una fermata del treno un uomo le si era avvicinato per molestarla.

In un primo momento la donna aveva cercato di scansarsi ma poi era stata afferrata per un braccio e a quel punto, dopo qualche secondo di esitazione, la ragazza ha reagito  sferrando un bel colpo all'aggressore con la sua borsa per poi afferrarlo per i capelli e trascinarlo davanti alla polizia.

La giovane donna ha dovuto purtroppo constatare che nonostante la presenza di più di 50 persone, nessuna di loro avesse tentato di aiutarla. Ha pensato bene allora di fare a modo suo.

Inizialmente, secondo quanto racconta la ragazza ai giornali locali, la paura l'aveva immobilizzata. Dopo qualche secondo però ha trovato il coraggio di reagire e colpire l'aggressore.

Pradnya racconta di aver trascinato l'uomo dalla polizia nonostante questi le avesse chiesto di lasciarlo andare. Ma lei non ha sentito ragioni  e l'uomo, un giovane di 25 anni, è stato arrestato ed è ora in attesa di un processo.

La donna ora lancia un appello a tutte le donne: " Non dobbiamo avere paura dei nostri aggressori" e "non dobbiamo restare nel silenzio".  Anzi occorre alzare la voce per dare a questa gente una lezione.


Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/03/2015 - N.R.)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF