Sei in: Home » Articoli

Incentivi per l'assunzione dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità: indicazioni operative dell'INPS

soldi euro

L'INPS con il Msg. 6 novembre 2013, n. 17941 fornisce indicazioni operative sugli incentivi per l'assunzione dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità a seguito della circolare (n. 150) emanata dallo stesso Istituto il 25 ottobre 2013.

L'istituto invita le Sedi a riprendere l'attività di verifica circa la spettanza dei benefici riguardanti i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, precisando che "alle schede di verifica riguardanti i moduli telematici 223 e rilasciate entro il 30 novembre 2013, sarà associato un tempo soglia che scadrà il 31 gennaio 2014, a prescindere dalla data di apertura del corrispondente "ticket"".

Inoltre per l'anno 2013, "non sarà necessario intervenire sul Codice Autorizzazione 5Q né sull'A.L.A. - Archivio dei Lavoratori Agevolati -, perché le procedure di elaborazione delle denunce contributive sono già state aggiornate per dare evidenza all'indebita esposizione dei codici tipo contribuzione P5, P6, P7, S1, S2, S3".

Per quanto riguarda gli apprendisti assunti ex art. 7, comma 4, D.Lgs. n. 167/2011, l'INPS chiarisce che “In attesa dei necessari chiarimenti ministeriali, i DM2013 contenenti lavoratori assunti come apprendisti attingendo dalle liste della cosiddetta piccola mobilità (contraddistinti con il codice tipo contribuzione "J4" o "K4"), rimangono in stato "errato" con gravità "errore" e non possono essere avviati alle fasi successive di elaborazione; le Sedi dovranno tenere sospesi eventuali procedimenti aventi ad oggetto tali lavoratori. Potranno invece essere definiti i procedimenti riguardanti i rapporti di apprendistato instaurati ex art. 7, comma 4, D.Lgs. n. 167/2011, con lavoratori iscritti nelle liste di mobilità ordinaria a seguito di licenziamento collettivo".

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/11/2013 - L.S.)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF