Sei in: Home » Articoli

Federconsumatori, mantenere un figlio fino a 18 anni costa 170.000 euro

povero
L'O.N.F., Osservatorio Nazionale Federconsumatori, ha effettuato uno studio che ha dimostrato come mantenere un figlio dalla nascita ai 18 anni può essere davvero un lusso che in pochi possono permettersi: dai dati forniti si parla, infatti, di una spesa media per la famiglia che può arrivare fino ad un totale di 170,000 euro. È stato tuttavia riscontrato che i costi di mantenimento di un figlio variano in base alla tipologia della famiglia e al reddito: l'Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha infatti calcolato che per una famiglia con due genitori con reddito netto annuo di 37.500 euro mantenere un figlio fino alla maggiore età può costare mediamente 170.940 euro, ma le cifre variano a seconda degli introiti economici annuali. Dallo studio si è inoltre evinto come le spese più consistenti siano quelle relative ai costi di abitazione e all'alimentazione, che raggiungono rispettivamente il 29% e il 17% del totale: il tasso di crescita maggiore è stato riscontrato però nel settore dell'educazione e della crescita con un aumento del 5% rispetto allo scorso anno, cifra pari a circa il doppio del tasso di inflazione. Crescere un figlio è quindi, secondo Federconsumatori, un impegno notevole non solo dal punto di vista emotivo e umano, ma anche dal punto di vista economico: Rosario Trefiletti, presidente dell'associazione dei consumatori, ha infatti dichiarato nel comunicato stampa che “fare un figlio rischia di diventare un lusso riservato a pochi“.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/03/2012 - A.V.)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
» Commette reato per il praticante che si spaccia per avvocato
In evidenza oggi.
L'avvocato incompetente va sanzionato
Auto: addio al libretto, arriva il foglio unico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF