Sei in: Home » Articoli

SCUOLA e COMPITI per le VACANZE - Scrivono il Maestro Mauro TINACCI e la Prof.ssa LIA

affido figli affidamento
POSTA e RISPOSTA n.230 ospita alcuni contributi sul tema dei compiti delle vacanze dopo il sasso nello stagno gettato dal caro Prof. Italo FARNETANI, pediatra di vaglia. Il Maestro elementare MAURO TINACCI alle h.23:52 del 4 feb '12 scrive: "La questione di compiti per le vacanze è annosa. Ma tanto per essere sintetico vorrei riportare due citazioni latine: "Distingue frequenter" e "In medio stat virtus", alle quali vorrei aggiungere una domanda in italiano :- Ricomincereste un'attività senza un minimo di allenamento? Non pensate che sia utile recuperare il prima possibile la propria personale migliore forma psico-fisica e mentale per procedere in ulteriori acquisizioni? E per proseguire nella simpatica provocazione del Sig. Farnetani:- Adesso se volete mandatemi al diavolo!!_ Firmato: Mauro Tinacci ("docente di scuola primaria", che a a tutt'oggi preferisce essere definito "maestro di scuola elementare" e che dal settembre prossimo ha chiesto di essere messo in pensione ,dopo 42 anni di servizio- smettendo così di rovinare la crescita, lo sviluppo e la maturazione dei vostri figli, assegnando loro dei compiti per le vacanze)". La Prof.ssa LIA alle h.22:39 del 3 feb '12 mi rivolge pure un immeritato complimento: "Sono stata anche io una insegnante e ho apprezzato molto l'intervento dell'avvocato Storani come sempre lucido ed efficace". Il pezzo cui si riferisce la cara LIA è il seguente: "Clima da tempesta di neve imminente: POSTA e RISPOSTA n.223 inforca cappuccio e sciarpa ed alle h.11:36 del 31 gen '12 apre egualmente i battenti, invero semi-congelati, al nostro lettore PADOAN che dalla casella di posta elettronica m.padoan@inca.it così si esprime: "buongiorno, sono padre di un ragazzo che frequenta la classe terza media con ottimi risultati. Vorrei soprattutto rispondere alla professoressa che sostiene che mezz'ora al giorno di esercitazione durante le vacanze può solo far bene ai ragazzi. Intanto diciamo che se ogni prof la pensa così ed essendo circa una decina i prof per ogni classe, ecco che la 'salutare' mezz'ora diventa per via di un'operazione matematica niente affatto complessa ...tre o quattro ore al giorno di ...esercitazione. Credo che sia obiettivamente un po' troppo! E poi cosa direbbe la nostra prof se durante le sue meritate vacanze (circa tre mesi) estive qualcuno, a mo' di esercitazione, la costringesse a studiare o a correggere compiti o a 'riparare rubinetti' per tre o quattro ore al giorno?" - Caro PADOAN, l'opinione di Studio Cataldi e mia personale è che le vacanze ci stanno apposta per far ritemprare il fisico e la mente a tutti. Non farei eccezioni per gli insegnanti. Ma la mia è una risposta di parte: mia Mamma Rosy ha insegnato per una caterva d'anni (italiano, latino, storia, geografia alle medie), è stata assente il giorno ch'è morto Nonno Amedeo, cioè il padre, e nel periodo di ferie giustamente si riposava dalle ansie e dallo stress di un lavoro, quello di Professoressa, estremamente duro e carico di responsabilità e problemi. Erano i primi tempi dei ragazzini disabili e portatori di handicap nella scuola normale e cercava di rendere a questi sfortunati tesori il percorso scolastico un po' meno ostico. Ahimé riparava (o tentava di farlo) rubinetti proprio mentre io stavo preparando l'esame orale da procuratore legale proprio per tre o quattro ore al giorno. Ed io mi domandavo perché non si riposasse un pochino. Ma Ti ripeto: sono di parte: doppiamente! Ed ora debbo riflettere su come sarà possibile recarsi al Tribunale di Camerino domattina: vita dura; che bello quando mamma mi scassava timpani e sistema nervoso ...". Ringrazio sentitamente sia il Maestro Mauro che la Prof.ssa Lia per i loro graditi contributi.
Vedi le news associate al tag: Compiti vacanze
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(07/02/2012 - Avv. Paolo M. Storani)
Scrivi all'Avv. Paolo Storani
(Per la rubrica "Posta e Risposta")
» Lascia un commento in questa pagina
Avv. Paolo M. Storani
Civilista e penalista, dedito in particolare
alla materia della responsabilità civile
Rubrica Diritti e Parole di Paolo Storani   Diritti e Parole
   Paolo Storani
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF