Sei in: Home » Articoli

Propaganda elettorale: Garante detta regole per la tutela della privacy

garante privacy id9694.png
In attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è stato approvato dal garante per la privacy, un provvedimento che conferma sostanzialmente le regole per tutela della riservatezza, già previste per le elezioni del 2005. A pochi giorni dalle elezioni provinciali e comunali, l'Autorità indipendente ricorda quindi ai partiti politici le modalità attraverso cui usare correttamente i dati personali. Secondo quanto emerge dal provvedimento, i dati utilizzabili senza consenso sono quelli contenuti nelle liste elettorali detenute nei Comuni. Inoltre possono essere usati anche altri elenchi e registri in materia di elettorato passivo ed attivo e altre fonti come ad esempio gli albi professionali nei limiti in cui l'Ordine preveda la conoscibilità, sotto forma di elenchi, degli iscritti. Per quanto riguarda la comunicazione elettronica (sms, mms, e-mail, telefonate preregistrate e fax), o di dati reperibili su internet per altre finalità, o dati ricavati da forum o newsgroup, liste abbonati ad un provider, è necessario acquisire il consenso dell'interessato. Anche i dati raccolti per altre finalità (come ad esempio referendum, proposte di legge, raccolte firme) sono utilizzabili con il previo consenso del soggetto. A fronte di questi dati, l'Autorità elenca quei dati non utilizzabili in alcun modo e cioè i dati presenti nell'archivio dello stato civile, l'anagrafe dei residenti, indirizzi raccolti per svolgere attività e compiti istituzionali dei soggetti pubblici o per prestazioni di servizi, anche di cura; liste elettorali di sezione già utilizzate nei seggi; dati annotati privatamente nei seggi da scrutatori e rappresentanti di lista, durante operazioni elettorali. Il Garante precisa inoltre che i cittadini devono essere informati sull'uso che si fa dei loro dati. Per esempio, se i dati non sono raccolti direttamente presso l'interessato, l'informativa va data al momento del primo contatto o all'atto della registrazione.
Infine il Garante fa sapere che, per quanto attiene ai dati raccolti da registri ed elenchi pubblici o in caso di invio di materiale propagandistico di dimensioni ridotte (c.d. "santini"), è stata concessa una temporanea sospensione dell'informativa fino al 30 settembre 2011. Roma, 13 aprile 2011 Propaganda elettorale: Garante detta regole per la tutela della privacy
(18/04/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
In evidenza oggi
Divorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altroDivorzio: addio all'assegno alla moglie che va a stare con un altro
Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema CorteCome si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF