SANZIONI CICLOMOTORI ALTERATI

Indice della guida

Sono state modificate le sanzioni per chi effettua le modifiche e per chi guida ciclomotori alterati. Le sanzioni subiscono un’impennata considerevole: da 1054 euro si passa 4216 euro di sanzione amministrativa pecuniaria per chi produce, fabbrica o pone in commercio ciclomotori alterati: in tale caso è prevista la confisca definitiva del veicolo. Per chi effettua le modifiche le sanzioni passano da 821 a 3287 euro: anche per tale caso è prevista la confisca definitiva del ciclomotore. Non è possibile pagare la sanzione in misura ridotta, e quindi non è possibile usufruire dello sconto del 30% previsto dall’articolo 202, codice della strada, come modificato dalla decreto legge 69/2013. Chi guida un ciclomotore alterato rischia invece una sanzione amministrativa di 410 euro: si applica il fermo amministrativo del veicolo per sessanta giorni ed è possibile pagare la sanzione entro cinque giorni dalla contestazione/notificazione, pari a 287 euro.

Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Newsletter f g+ t in Rss