Sei in: Home » Articoli

La disdetta dalle pay TV

Guida alle operazioni da compiere se si decide di non voler più utilizzare i servizi Sky, Mediaset Premium o Infinity
televisione tv programma schermo film fiction cinema

di Valeria Zeppilli – Prima di abbonarsi ad una pay TV è opportuno valutare anche come fare per disdire l'abbonamento. Se, infatti, la prima operazione è molto spesso facile e veloce, non sempre può dirsi lo stesso anche per la seconda.

Non di rado nei contratti sottoscritti sono presenti dei cavilli e delle formalità che vincolano il cliente più di quanto desidererebbe o potrebbe immaginare. Tuttavia, accade di frequente che per ragioni di natura economica, modifica delle abitudini di vita, cambio di residenza o altre motivazioni si decida di non voler più usufruire dei servizi scelti.

Vediamo quindi quali sono le procedure per porre fine all'abbonamento alle principali pay TV.

Recesso e disdetta

Preliminarmente occorre chiarire la differenza tra le due possibili azioni da compiere: il recesso e la disdetta.

Il recesso, infatti, è l'operazione da compiere (resa possibile a tutti dal Decreto Bersani) nel caso in cui si decide di non voler usufruire più del servizio anche prima che il contratto stipulato giunga alla sua naturale scadenza. In tal caso è fondamentale che la comunicazione pervenga all'operatore di pay TV con almeno 30 giorni di preavviso, tramite raccomandata con avviso di ricevimento. Essa comporta l'accollo dei costi di volta in volta previsti per la disattivazione del servizio e la "restituzione" degli sconti dei quali si è eventualmente beneficiato in ragione di un determinato vincolo di durata dell'abbonamento.

La disdetta, invece, è l'operazione da compiere nel caso in cui sia previsto che, alla scadenza, il contratto si rinnovi automaticamente. In tale ipotesi, almeno 30 giorni prima del termine del periodo di abbonamento, è necessario inviare una raccomandata a/r con la quale si comunica al gestore del servizio la propria intenzione di non proseguire oltre con l'abbonamento.

Diritto di ripensamento

Occorre poi segnalare che, in caso di sottoscrizione dell'abbonamento per strada, a domicilio o via telefono, ogni consumatore può esercitare il cd. diritto di ripensamento. Si tratta, in sostanza, della possibilità di annullare ogni effetto del contratto dandone comunicazione, sempre via raccomandata a/r, o al limite via fax o via p.e.c., nel termine massimo di 14 giorni dall'attivazione.

Disdetta Sky

Fatte tutte queste necessarie premesse, concentriamoci su come è possibile disdire gli abbonamenti dalle principali pay TV, partendo dalla più diffusa: Sky.

La disdetta in questo caso è abbastanza semplice: il sito web di Sky Italia, disponibile all'indirizzo www.sky.it, contiene un'apposita sezione denominata "Moduli e Documenti" nel quale sono presenti tutti i moduli necessari per disdire il proprio abbonamento, differenti rispetto all'anzianità del contratto.

Questi moduli richiedono l'inserimento di una serie di dati, tra i quali nome, cognome numero di telefono e codice fiscale dell'abbonato, e vanno inviati via posta, tramite raccomandata a/r, all'indirizzo SKY Casella Postale 13057 – 20141 Milano.

In caso di recesso anticipato, occorre prelevare l'apposito modulo e inviarlo con un preavviso di 30 giorni di anticipo. I costi da sostenere sono di 12 euro, maggiorati dall'eventuale penale applicata in caso di contratti caratterizzati da particolari offerte promozionali.

Se poi si ha il decoder in comodato d'uso, è necessario restituirlo insieme al telecomando recandosi presso un centro Sky e non dimenticando di farsi rilasciare un'apposita ricevuta, se non si vuole rischiare di dover pagare una somma pari al costo dell'apparecchio.

Anche la disdetta va fatta inviando via raccomandata a/r l'apposito modulo presente sul sito, debitamente compilato e sottoscritto, con almeno 30 giorni di anticipo. In tal caso non sono richiesti dei costi aggiuntivi, ma andranno restituiti sia il decoder che il telecomando con le modalità già viste.

La raccomandata in questo caso può essere anticipata, ma non sostituita, dall'invio di un fax che acceleri la procedura al numero 02-76.10.107. La disdetta va corredata della copia del documento di identità del richiedente e della copia della richiesta di abbonamento.

Disdetta Mediaset Premium

Un'altra pay TV molto diffusa è rappresentata da Mediaset Premium.

Anche in questo caso, per poter disdire o recedere dal contratto è necessario prelevare i moduli presenti sul sito www.mediasetpremium.it e inviarli via raccomandata a/r all'indirizzo RTI S.P.A Casella Postale 101, 20900 Monza (MB).

In caso di recesso anticipato, ovverosia esercitato prima della scadenza naturale del contratto, la disattivazione del servizio va chiesta sempre con 30 giorni di anticipo e comporta dei costi.

In particolare, il costo di disattivazione ammonta a 8,34 euro ai quali si aggiungono quelli inerenti eventuali promozioni: ad esempio andranno corrisposti i 69 euro previsti per l'attivazione nel caso in cui non siano stati originariamente pagati in virtù di qualche particolare offerta. Mediaset, inoltre, non rimborsa i clienti dei costi che abbiano eventualmente già sostenuto per il pagamento della quota mensile di abbonamento.

Come già visto per Sky, anche in caso di recesso anticipato dal contratto sottoscritto con Mediaset Premium vanno restituite le eventuali apparecchiature ricevute in comodato d'uso come il decoder e il telecomando, consegnandoli intatti presso un centro autorizzato e facendosi lasciare la ricevuta di riconsegna. La Smart Cam può essere inviata all'indirizzo Selecta S.P.A, Viale della Resistenza, 47, 42018 San Martino in Rio (RE).

Se, invece, si intende disdire l'abbonamento alla scadenza annuale del contratto e si vuole evitare, quindi, il rinnovo automatico dello stesso, deve essere inviata, con almeno 30 giorni di anticipo, una raccomandata a/r contenente l'apposito modulo prelevato dal sito web di Mediaset Premium all'indirizzo già indicato.

In caso di disdetta non vanno pagati costi aggiuntivi ma vanno restituiti, nel modo sopra visto, gli eventuali prodotti ricevuti in comodato d'uso.

Disdetta Infinity

Un altro servizio di TV a pagamento che sta prendendo piede sempre di più è rappresentato da Infinity.

In questo caso, porre fine all'abbonamento è semplicissimo: basta collegarsi al sito web www.infinitytv.it, autenticarsi, entrare nella sezione "La tua registrazione", cliccare su "Dettagli sottoscrizione" e poi su "Sospendi il pagamento". Con pochi click, quindi, l'abbonamento non si rinnoverà a partire dal mese successivo.

Tramite la sezione "La tua registrazione" è inoltre possibile in pochi passi cancellare anche il proprio account, accedendo alle "Impostazioni Privacy" e cliccando su "Clicca Qui Per Scoprire come Cancellare il Tuo Account", poi su "Prenota Cancellazione Account" e infine su "Cancella Account".

Entro 24 ore si riceverà un'e-mail di conferma dell'avvenuta cancellazione.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(24/11/2016 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
» Divorzio: l'ex va mantenuta in nome della solidarietà post-coniugale
» Case cantoniere e stazioni: in gestione gratis agli under40
» Tasso di mora usurario: conversione del mutuo oneroso in gratuito
» Aste giudiziarie: operativo il portale delle vendite pubbliche
In evidenza oggi
Cellulare alla guida: via la patente da subito e multe fino a 2.500 euro. Le novità in arrivoCellulare alla guida: via la patente da subito e multe fino a 2.500 euro. Le novità in arrivo
Sinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercatoSinistri stradali: l'auto va riparata integralmente anche se il danno supera il valore di mercato
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF