Sei in: Home » Articoli

Banche: presto i rimborsi per i truffati ma è allarme tra i consumatori

Pronta la bozza del decreto, ma le associazioni dei consumatori invitano a pensarci bene prima di aderire all'arbitrato
Banconota stretta con cintura simbolo risparmio

di Marina Crisafi - Prima i risparmiatori più anziani e i più gravemente colpiti. Sono queste le priorità definite nella bozza di decreto sugli arbitrati che dovrebbe iniziare a definire la questione dei risparmiatori che hanno subito gravi perdite dal c.d. Salva-banche.

Ma le associazioni dei consumatori invitano "i truffati di Cassa di Risparmio di Ferrara, Banca delle Marche, Banca popolare dell'Etruria e del Lazio, Carichieti che hanno subito ingenti danni con il decreto del governo che ha anticipato il bail-in – a pensarci – molto bene prima di aderire ad arbitrati".

Sono Adusbef e Federconsumatori, in particolare, con una nota appena diffusa, a mettere in guardia le vittime delle banche, in quanto si rischia di sommare "al danno la beffa". I collegi infatti, sottolinea Elio Lannutti "saranno composti dagli stessi fiduciari delle contigue autorità vigilanti corresponsabili dell'esproprio del loro sudato risparmio". E per di più per le due associazioni sono "umiliazioni inaccettabili le elemosine arbitrali proposte ai più bisognosi con metodi assurdi a risparmiatori espropriati".

Quanto alla bozza di decreto, che, secondo le prime indiscrezioni, è in dirittura d'arrivo, oltre alla definizione delle priorità dei rimborsi, ad essere fissati sono anche i tempi per pervenire alla soluzione dell'arbitrato: novanta giorni più altri 30 per eventuali proroghe. L'arbitrato sarà gratuito e si applicherà agli obbligazionisti colpiti dal decreto.

La camera arbitrale sarà composta da 12 collegi, composti da un presidente magistrato e altri 4 membri, che dovranno occuparsi dei ricorsi, ponendo attenzione soprattutto agli obblighi di correttezza e trasparenza nella vendita dei prodotti finanziari.

Le istanze dovranno pervenire entro quattro mesi dall'emanazione del decreto.

Il lodo sarà deciso a maggioranza e la supervisione spetterà all'Anac di Raffaele Cantone.

(16/01/2016 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Cane fa pipì in strada, multa da 157 euroCane fa pipì in strada, multa da 157 euro
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF