La guida in stato di ebbrezza. Guida legale con raccolta di articoli e sentenze

Il fatto penalmente rilevante | Il tasso alcolemico e l'accertamento | Le sanzioni | Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest
Ragazza che rifiuta vino mostrando chiavi dell'auto
La guida in stato di ebbrezza nell'ordinamento italiano è considerata un reato e sanzionata sulla base degli articoli 186 e 186-bis del Codice della strada.

La competenza è del Tribunale in composizione monocratica.

Lo stato di ebbrezza e il fatto penalmente rilevante

Lo stato di ebbrezza è, in sostanza, quella condizione di alterazione psicofisica che consegue all'assunzione di sostanze alcoliche e snatura il comportamento dei soggetti che vi si trovino.

Esso comporta una percezione distorta della realtà, una diminuzione delle facoltà intellettive e un rallentamento dei riflessi.

È esclusa dalla condotta sanzionata dagli articoli 186 e 186-bis del Codice della strada l'alterazione psicofisica derivante dall'assunzione di sostanze diverse dall'alcol, sia che si tratti ovviamente di medicinali, sia che si tratti di sostanze stupefacenti. Quest'ultima ipotesi, in ogni caso, chiaramente non è priva di conseguenze sul piano legale, ma è punita autonomamente come reato dall'articolo 187 del Codice della strada.

Ovviamente, per poter essere sanzionati, occorre trovarsi alla guida del veicolo in stato di ebbrezza (circostanza per la cui interpretazione leggi: “La guida in stato di ebbrezza è sanzionabile anche se l'auto è ferma?”), mentre alcun illecito è commesso se ci si trovi in tale condizione quale mero trasportato a bordo di un veicolo.

Il tasso alcolemico e le modalità di accertamento

Affinché lo stato di ebbrezza sia penalmente sanzionabile ai sensi del Codice della strada, l'ordinamento italiano ha stabilito che il tasso di alcolemia debba superare il valore di 0,5 g/l (vedi: Tabella per la stima delle quantità di bevande alcoliche che determinano il superamento del tasso alcolemico legale per la guida in stato di ebbrezza).

L'accertamento del superamento del tasso alcolemico avviene, generalmente e secondo quanto previsto dalla normativa di legge, attraverso le analisi del sangue o, nell'immediatezza, attraverso un esame strumentale svolto con un apposito apparecchio, denominato etilometro, nel quale il soggetto sottoposto ad accertamento è tenuto a espirare e che è in grado di misurare la quantità di alcol presente nel sangue attraverso la misurazione della quantità di alcol presente nell'aria. L'accertamento mediante etilometro viene ripetuto due volte a distanza di cinque minuti l'una dall'altra.

La giurisprudenza, tuttavia, ha riconosciuto, in determinati casi, la legittimità di un accertamento immediato della condizione di ebbrezza del conducente di un veicolo attraverso la valutazione di uno o più indici sintomatici, quali l'irascibilità, l'incapacità di deambulare o di farlo in maniera coordinata, l'incapacità di parlare, etc.

Le sanzioni penali e amministrative

Le sanzioni penali e amministrative in caso di guida in stato di ebbrezza, nel corso degli ultimi anni notevolmente inasprite, variano a seconda del tasso alcolemico accertato. In ogni caso, tuttavia, è prevista una decurtazione di dieci punti dalla patente.

Nel dettaglio, in caso di guida con tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l, la sanzione è solo amministrativa e consiste nell'ammenda da euro 531 a euro 2.125 e nella sospensione della patente da tre a sei mesi.

In caso di guida con tasso alcolemico compreso tra 0,8 e 1,5 g/l, la sanzione è sia penale che amministrativa e consiste nell'ammenda da euro 800 a euro 3.200, nell'arresto fino a sei mesi e nella sospensione della patente da sei mesi a un anno.

Infine, in caso di guida con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, la sanzione, sia penale che amministrativa, consiste nell'ammenda da euro 1.500 a euro 6.000, nell'arresto da sei mesi a un anno, nella sospensione della patente da uno a due anni, nel sequestro preventivo del veicolo e nella sua confisca, salvo che il proprietario sia diverso dal conducente, nel qual caso la durata di sospensione della patente è raddoppiata. In caso di recidiva biennale è prevista la revoca della patente.

In ogni caso, salvo che non si sia provocato un sinistro stradale, l'arresto può essere sempre sostituito dai lavori socialmente utili, che possono far estinguere il reato, revocare la confisca e dimezzare il periodo di sospensione della patente se svolti positivamente.

Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest

Laddove il conducente di un veicolo si opponga all'accertamento rifiutando di sottoporsi ad alcoltest, la legge prevede che egli venga sanzionato allo stesso modo che se si trovasse nello stato più grave di guida in stato di ebbrezza, quindi con l'ammenda da euro 1.500 a euro 6.000 e l'arresto da sei mesi a un anno, oltre che con la sospensione della patente da sei mesi a due anni e la confisca del veicolo, se di sua proprietà.

Ciò salvo ovviamente che il fatto costituisca più grave reato.

Categorie sottoposte a sanzioni più aspre

I conducenti di età inferiore ai 21 anni o che abbiano conseguito la patente da meno di tre anni o siano conducenti professionali e stiano svolgendo la propria attività non possono guidare dopo aver assunto sostanze alcoliche, neanche in modica quantità.

Per questi soggetti, la guida con tasso alcolemico compreso tra 0 e 0,5 g/l comporta un'ammenda da euro 164 a euro 663 e la decurtazione di cinque punti sulla patente; quella con tasso compreso tra a 0,5 e 0,8 g/l comporta una sanzione aumentata di 1/3 rispetto a quella ordinaria, la guida con tasso compreso tra 0,8 e 1,5 g/l o superiore a 1,5 g/l comporta un aumento delle sanzioni ordinarie da 1/3 alla metà.

Solo per i conducenti di autobus, autoarticolati, autosnodati, veicoli destinati al trasporto di persone il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, è superiore a otto o veicoli destinati al trasporto merci con massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, inoltre, in caso di rilevamento di un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l è prevista la revoca della patente. Per le altre categorie, la revoca si ha solo in caso di recidiva nel corso del triennio.

Il conducente di età inferiore a 18 anni e con tasso alcolemico maggiore di zero, può conseguire la patente di guida solo al compimento del diciannovesimo o del ventunesimo anno di età, a seconda che il tasso alcolemico accertato sia inferiore o superiore a 0,5 g/l.

Incidente stradale provocato da chi è in stato di ebbrezza

Nel caso in cui il conducente in stato di ebbrezza provochi un incidente stradale le pene sono raddoppiate e, salvo che il veicolo appartenga a persona diversa dal conducente, ne è disposto il fermo amministrativo per 180 giorni.

Inoltre, se l'incidente è causato da persona con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l, la patente di guida gli verrà revocata.

La legge prevede infine che se all'incidente stradale consegua la morte di terze persone, lo stato di ebbrezza del conducente costituisce un'aggravante dell'omicidio colposo.

Raccolta di articoli e sentenze in tema di guida in stato di ebbrezza

» Guida in stato di ebbrezza: contano anche i centesimi nella rilevazione dell'etilometro - Lucia Izzo - 16/10/15

» La guida in stato di ebbrezza è sanzionabile anche se l'auto è ferma? - Domande e Risposte - 15/08/15

» Guida in stato di ebbrezza: non basta l'esame delle urine per provarla - Marina Crisafi - 28/06/15

» In bicicletta ubriaco: è guida in stato di ebbrezza. La Corte di Cassazione ribadisce il proprio orientamento. - Avv. Paolo Accoti - 19/02/15

» Guida in stato di ebbrezza: Cassazione, giusto sottoporre all'etilometro anche i ciclisti - Mara M. - 05/02/15

» Cassazione: legittima la sospensione della patente in caso di guida in stato di ebbrezza. Anche se c'è un errore nell'alcol test - Licia Albertazzi - 16/11/14

» RC Auto: Lo stato di ebbrezza del conducente non determina necessariamente la sua responsabilità. E' solo una condizione 'indiziante' - G.C. - 03/11/14

» Guida in stato di ebbrezza: il bilanciamento delle circostanze eterogenee non può escludere la revoca della patente - Luigi Del Giudice - 30/04/14

» Cassazione: l'aggravante della provocazione nella guida in stato di ebbrezza. Necessità della prova del nesso causale - C.G. - 29/04/14

» Accertamento della guida in stato di ebbrezza al conducente di un veicolo in fermata. La Cassazione. - Barbara Luzi - 01/03/14

» Guida in stato di ebbrezza e prelievo ematico: i casi in cui è obbligatorio l'avviso della facoltà di farsi assistere da un avvocato - Luigi Del Giudice - 27/02/14

» Guida in stato di ebbrezza: punibile l'enologo negligente. Il testo della sentenza - Luigi Del Giudice - 27/01/14

» Cassazione: guida in stato di ebbrezza alcolica: le sanzioni scattano anche se non c'è dolo - C.G. - 07/11/13

» Guida in stato di ebbrezza alcolica “grave”: il veicolo in comproprietà va confiscato - C.G. - 04/11/13

» Può essere indice di ebbrezza il rifiuto di sottoporsi ai relativi accertamenti - Luigi Del Giudice - 07/10/13

» Guida in stato di ebbrezza: farmaco o bevanda? Per la Cassazione, nessun distinguo. - Dott. Lorenzo Giovarelli - 02/10/13

» Guida in stato di ebbrezza: il patteggiamento non esclude la confisca amministrativa del veicolo - Luigi Del Giudice - 14/08/13

» Guida in stato di ebbrezza: L'assunzione di farmaci non esclude il reato - Luigi Del Giudice - 06/05/13

» Guida in stato di ebbrezza: la sanzione penale non può essere applicata sulla base di una sola misurazione - Luigi Del Giudice - 30/04/13

» Guida in stato di ebbrezza: farmaco o bevanda? Per la Cassazione, nessun distinguo. - Dott. Lorenzo Giovarelli - 02/10/13

» Guida in stato di ebbrezza: sanzioni, accertamento, etilometro, rilevanza di patologie e di farmaci assunti - Filippo Lombardi - 18/09/13

» Guida in stato di ebbrezza: il patteggiamento non esclude la confisca amministrativa del veicolo - Luigi Del Giudice - 14/08/13

» Guida in stato di ebbrezza: l'assunzione di farmaci alcolici dà luogo al reato di cui all'articolo 186 del codice della strada - Luigi Del Giudice - 22/06/13

» Il reato di guida in stato d'ebbrezza non può essere decisivo ai fini della concessione della cittadinanza italiana - Luigi Del Giudice - 10/06/13

» Guida in stato di ebbrezza: sanzioni applicabili anche senza il test - Luigi Del Giudice - 28/05/13

» Guida in stato di ebbrezza: L'assunzione di farmaci non esclude il reato - Luigi Del Giudice - 06/05/13

» Guida in stato di ebbrezza: la sanzione penale non può essere applicata sulla base di una sola misurazione - Luigi Del Giudice - 30/04/13

» ALCOLTEST e GUIDA IN STATO DI EBBREZZA - riflessioni pratiche - Avv. Paolo M. Storani - 04/03/13

» Guida in stato di ebbrezza: contestazione valida solo se basata su parametri oggettivi - Licia Albertazzi - 11/02/13

» Cassazione: nessuna unicità di azione tra i reati di guida in stato di ebbrezza e di guida senza patente contestualmente accertati - L.S. - 04/12/12

» Cassazione: illegittimo il licenziamento del lavoratore cui viene ritirata la patente, per guida in stato di ebbrezza, durante il turno di 'reperibilità' - L.S. - 08/11/11

» Cassazione: non è vessatoria la clausola che prevede rivalsa su assicurato che al momento dell'incidente era in stato di ebbrezza - Luisa Foti - 26/05/11

» Cassazione: si a sequestro di auto in sosta e con fari accesi se automobilista è in stato di ebbrezza - Luisa Foti - 07/05/11

» Guida in stato di ebbrezza: si alla conversione della pena in lavori di pubblica utilità - Avv. Gabriella Travaglini - 07/03/11

Valeria ZeppilliAvv. Valeria Zeppilli - profilo e articoli
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(20/08/2015 - Valeria Zeppilli)
Le più lette:
» Avvocati: va sanzionato chi chiama la collega "signora"
» Le 5 cose da fare prima di dire a tuo marito (o a tua moglie) che ti vuoi separare
» Whatsapp, addio privacy: i dati saranno ceduti a Facebook
» Parchimetro rotto: come evitare la multa?
» Pacca sul sedere: è reato se la mano rimane sul lato B

Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF