Sei in: Home » Articoli

Arsenico nell'acqua, via ad azione collettiva

acqua
L'associazione dei consumatori Codacons rende noto che darà il via a un'azione collettiva di risarcimento del danno contro Stato e Regione Lazio, in favore dei titolari degli iscritti all'associazione, intestatari della bolletta dell'acqua, per i 91 comuni della regione Lazio, in cui è stato riscontrato un livello di arsenico nell'acqua, superiore ai limiti di legge consentiti. E' stato riscontrato, infatti, in questi comuni, per complessivi 750 mila abitanti, un livello di arsenico, pari a 10 microgrammi per litro, 5-6 volte in più del limite fissato dalla legge e imposto dalla UE. La Codacons fa sapere che il risarcimento, per ciascuna famiglia, sarà pari a 600 euro. Il ricorso si rende possibile, dopo che la regione non avrebbe rispettato gli obblighi previsti, per l'ottenimento di deroghe e proroghe, come richiesto. La Commissione Europea ha così bocciato, il 28 ottobre scorso, la richiesta di deroga, riguardante i livelli massimi consentiti di arsenico, presente nell'acqua potabile. Possono esperire l'azione anche le amministrazioni comunali interessate. Non resta, dunque, per i cittadini dei territori interessati, che rivolgersi alla Codacons e informarsi sulla documentazione necessaria, per potersi fare rappresentare in causa e ottenere il risarcimento che verrà richiesto.
(04/01/2011 - Emanuele Ameruso)
In evidenza oggi:
» Auto: multe da 712 euro per chi circola con targa estera
» Asili e case di riposo: in arrivo le telecamere
» Bruciare rami e sterpaglie è reato?
» Arriva il certificato di successione
» Inps: le somme pagate in più non vanno restituite

Newsletter f g+ t in Rss