Sei in: Home » Articoli

Cassazione: moglie dorme nella stanza del figlio? perde il diritto al mantenimento

Negli ultimi anni ha rifiutato di dividere il letto coniugale con il marito per andare a dormire nella stanza del figlio. Ora però ha perso l'assegno di mantenimento. La Corte di Cassazione infatti con la sentenza n. 23885/2008 ha stabilito che e' della moglie la colpa della fine del matrimonio se non dorme piu' con il marito e non vuole più avere rapporti fisici con lui. I giudici di primo grado non avevano preso in considerazione le doglianze del marito ed aveno ruiconosciuto alla donna il diritto ad un assegno di manteimento di 3000 euro mensili. La Corte d'appello ha ribaltato la decisione addebitando alla donna, per questo comportamento, la colpa della separazione.
La Cassazione ha confermato l'ultimo verdetto togliendo definitivamnente alla donna il diritto a ricevere il mantenimento dall'ex marito.
(24/09/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il modello per la comparsa conclusionale
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» I tagli alla pensione di reversibilità
» Documenti: per quanto tempo vanno conservati?
» Regime probatorio: cosa cambia con la legge concorrenza
In evidenza oggi
Cassazione: niente usura sopravvenutaCassazione: niente usura sopravvenuta
Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tantoAffido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF